17 C
Ceglie Messapica
mercoledì 24 Febbraio 2021
Home Blog

La famiglia dell’ing. Nicola Lopez ringrazia tutti per la vicinanza

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di ringraziamento della moglie dell’ing. Lopez

Ringraziamento per ing. Nicola Lopez

Con profonda commozione voglio ringraziare tutti per la partecipazione al lutto, inaspettato, impensabile e improvviso che ha colpito me e Camilla unitamente alle nostre tanto amate famiglie.Non avrei mai immaginato di ritrovarmi oggi a ricordare la bella persona che sei, Nicola, marito e padre unico ed esemplare.Con profondo orgoglio ho letto, apprezzandole, tutte le manifestazioni di stima, ammirazione, riconoscenza per la persona e il professionista; certamente non ho bisogno di conferme ma non posso non compiacermidi tutto ciò.

Di te, Nicola, mi piace ricordare la tua voglia di vivere ed essere felice oltre alla tua allegria, la tua generosità, l’altruismo, la professionalità, l’onestà, la conoscenza ed il rispetto delle regole.Non hai esitato, a fronte di rinunce professionali, a trasferirti qui, nel mio paese, per amor nostro e so bene, l’ho vissuto insieme a te, con quanta dedizione e senso di responsabilità hai portato avanti il tuo incarico professionale qui nel Comune di Ceglie Messapica dedicando tutte le tue competenze nell’interesse della comunità.

Certo non sono mancati momenti di scoraggiamento ma la tua tenacia e il tuo senso del dovere ti hanno aiutato a continuare con la stessa determinazione e tutte le attestazioni di stima oggi lo confermano.

Ringrazio l’Amministrazione Comunale, nella persona del sindaco Angelo Palmisano, i responsabili, collaboratori e dipendenti tutti che hanno accompagnato mio marito nel suo percorso lavorativo. Lo devo a te che hai sempre fatto del lavoro, dopo la tua famiglia, una ragione di vita.Ringrazio tutti amici e conoscenti che hanno accolto Nicola nel mio paese facendolo sentire a casa sua.

Ricordatelo con il sorriso…
Nicola avrebbe voluto così!
Tua Brigida

Positivi e tamponi nella provincia di Brindisi, il report aggiornato al 21 febbraio

Aggiornamento settimanale dei dati sull’emergenza Covid-19 nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl.

Alla data del 21 febbraio 2021 in provincia di Brindisi risultano positivi 1.071 soggetti, di cui 557 donne (52,0%), e 514 uomini (48%), con età mediana di 47 anni.

I fattori di rischio per cui è stato predisposto il tampone sono: “sospetto di caso” 403 (37,6%), “contatto con caso accertato” 395 (36,9%), “screening” 51 (64,8%), “rientro da area a rischio” 7 (0,7%) e soggetto in Rssa 36 (3,4%); in 179 casi (16,7%) il fattore di rischio non è definito. L’ultimo aggiornamento sullo stato di salute degli attualmente positivi descrive 534 (49,9%) soggetti asintomatici, 375 (35%) paucisintomatici,100 (9,3%) con sintomatologia lieve, 14 (1,3%) con quadro severo, 5 (0,5%) critici e 26 (2,4%) in fase di guarigione; per 17 soggetti (1,6%) il dato non è noto.

Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono 294 a Brindisi, 278 a Fasano, 73 a Mesagne, 65 a Ceglie Messapica, 56 a Torre Santa Susanna, 49 a Ostuni, 38 a Latiano, 36 a San Vito dei Normanni, 35 a Francavilla Fontana, 34 a San Donaci, 21 a Cisternino, 18 a Oria, 17 a San Pancrazio Salentino, 15 a Villa Castelli, 13 a Erchie, 8 a Carovigno, 8 a Cellino San Marco, 8 a San Pietro Vernotico, 5 a San Michele Salentino, 0 a Torchiarolo. I Comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Torre Santa Susanna, Brindisi, Villa Castelli, Oria, Ceglie Messapica e Francavilla Fontana.

Nel periodo compreso tra il 24 febbraio 2020 e il 21 febbraio 2021 sono stati sottoposti a tampone molecolare 80.225 residenti nella provincia di Brindisi, 205,5 soggetti ogni 1.000 residenti. Per 68.801 (85,8%) soggetti sottoposti a test è definito il fattore di rischio per cui è stato predisposto il tampone; si osserva come il test effettuato per “caso sospetto” rappresenti la motivazione di esecuzione del tampone in circa la metà dei casi.

Degli 80.225 soggetti sottoposti a tampone molecolare, 10.331 (12,9%) sono risultati positivi al test, con una incidenza cumulativa stimata pari a 264,6 casi x 10.000 residenti. I positivi comprendono 5.303 donne (51,3%) e 5.028 uomini (48,7%) con età mediana pari a 45 anni. Il trend dei casi descrive una nuova flessione, da rivalutare nei prossimi giorni.

Il tasso di letalità è pari al 1,9%. All’aumentare dell’età si osserva un incremento di tale tasso, mentre nella fascia 0-29 anni non si registrano decessi. Sono 197 i decessi totali: 156 casi tra persone che hanno tra 70 e 90 anni e più; 23 tra i 60 e 69 anni, 14 casi tra i 50 e i 59, 2 casi tra i 40 e i 49, e 2 nella fascia 30-39.

La città di Ceglie Messapica piange l’ing. Lopez, ecco la lettera dell’assessore Laveneziana

La città di Ceglie Messapica piange l’ing. Lopez, ecco la lettera dell’assessore Laveneziana

Ciao Ingegnere Nicola Lopez, oggi è un giorno triste per la nostra città e per tutti coloro che hanno avuto la fortuna ed il piacere di conoscerti.

La tua prematura scomparsa ci lascia attoniti, senza parole.
Caro ingegnere, abbiamo cominciato insieme nella primavera del 2016 ad occuparci di ambiente nel nostro Comune, tu da neo dipendente comunale e Responsabile della IV Area (dopo la tua lunga esperienza in Regione ed altri enti) ed io fresco di nomina da assessore.

Sei stato un lavoratore instancabile, un esempio importante ed una guida sicura per me che mi avvicinavo per la prima volta ad un settore molto delicato come quello dell’ambiente.

Ti avevo già conosciuto per il tuo impegno come Responsabile dell’ufficio di Piano per il Pug che si stava realizzando in quel periodo. Ed il tuo lavoro di professionista competente, attento e scrupoloso è stato essenziale per dare finalmente, dopo 50 anni, il Piano Urbanistico Generale alla nostra città.

Durante gli anni come responsabile del settore Ambiente, tra le altre cose, hai ottenuto diversi finanziamenti, hai curato l’installazione delle isole ecologiche digitali, hai coordinato con capacità tutti i servizi ambientali, hai guidato con saggezza l’Aro rifiuti come Responsabile Unico nel particolare momento della realizzazione di un nuovo progetto di servizio per la nuova gara.

Sei stato un valido professionista, ma soprattutto una persona perbene. Hai fatto tanto per Ceglie Messapica che hai scelto come luogo dove vivere e costruire una famiglia. Stesera voglio ricordati con semplicità, con una foto di un momento di attività, quando presentavamo alla città, insieme all’allora Sindaco Caroli, il nuovo servizio porta a porta per la frazione vetro-metalli.

Hai lavorato fino all’ultimo, fino a quando le forze te lo hanno consentito. E quando nei prossimi mesi alcuni dei monumenti della nostra città avranno una più bella illuminazione artistica, quando gli alunni di tutte le scuole di competenza comunale riceveranno le borracce in tritan per il progetto “Ceglie Plastic Free” non potremo non ricordati con un sorriso pieno di gratitudine.

Grazie caro ingegnere, oggi non ti piange solo la tua famiglia, tua moglie Brigida e la tua piccola Camilla.

Ti piange l’intera struttura comunale,
ti piangono i tuoi più stretti collaboratori,
ti piange il Sindaco Angelo Palmisano che perde un valido collaboratore, ti piango e ti rimpiango io che, ogni giorno, facevo tesoro della tua esperienza e della tua competenza. Sapevo di essere tranquillo e in buone mani.
E alla fine di questa triste giornata posso dirti solo : grazie di tutto, mi mancherai.

Antonello

La città di Ceglie saluta l’ing. Nicola Lopez scomparso per il Covid.

comune Ceglie Messapica
comune Ceglie Messapica

Nicola Lopez conosciuto in città per il suo incarico al comune della Città della Gastronomia.

Il covid-19 ha colpito nuovamente la città di Ceglie Messapica, nelle scorse ore ha perso la vita l’ing. Nicola Lopez, dirigente del comune e volto noto nella città. Lopez era ricoverato in terapia intensiva al “Perrino” di Brindisi dove si è spento questa mattina.

Oggi è un giorno triste per la nostra comunità e soprattutto per l’Amministrazione Comunale cittadina. Non è più tra noi l’ng. Nicola Lopez – ha dichiarato il sindaco di Ceglie Messapica Angelo Palmisanopersona seria e professionista qualificato che ha saputo svolgere il proprio lavoro con onestà e competenza a servizio dei cittadini.

Anche dal letto dell’ospedale e sino a quando le forze glielo hanno permesso ha continuato a lavorare con grande senso di responsabilità e spirito di abnegazione. Alla famiglia esprimo profondo cordoglio e le più sentite condoglianze a nome di tutta la città. Un personale ed affettuoso abbraccio a Brigida e alla piccola Camilla. Ciao Nicola”.

Istituto Agostinelli avvia la strada verso la sostenibilità

L’Istituto “Agostinelli” di Ceglie Messapica apre la strada alla “rete per la mobilità sostenibile nella didattica”.

In videoconferenza, venerdì 19 febbraio, è stato ratificato l’accordo di rete fra scuole per la mobilità sostenibile nella didattica, o rete e-mobility. L’IISS Agostinelli di Ceglie Messapica è la prima scuola della Puglia ad aver formalizzato la propria partecipazione alla rete di scuole promossa dall’IIS “G. Vallauri” di Fossano, (scuola apripista e promotrice dell’accordo e capofila delle scuole coinvolte).

Il progetto della rete fra scuole nasce essenzialmente per quattro motivi: per la formazione di alto livello per docenti e per studenti; per l’orientamento degli studenti in ingresso ed in uscita; per favorire rapporti costruttivi e sinergici fra istituzioni scolastiche con progetti comuni ed infine per potenziare in maniera costruttiva e partecipata i rapporti fra scuole e aziende dei vari territori.

La D.S. dell’Istituto Agostinelli, dott.ssa Angela Albanese, ha accolto con grande entusiasmo la proposta di partecipazione a questa iniziativa attualmente rivolta e indirizzata agli istituti tecnici e professionali.

L’accordo di rete è stato promosso dal prof. Silvio Azzilonna (referente per la mobilità sostenibile del plesso I.P.S.I.A.), che ha saputo riconoscere l’opportunità di cogliere, anche in periodi difficili come quello che stiamo vivendo, un’occasione per poter creare la consapevolezza che il mondo possa essere cambiato e migliorato e di come il Covid19 sia potente, ma la sostenibilità, lo sia di più.

Aggressione ad un coppia ed ai Carabinieri, arrestato

Carabinieri - Foto di repertorio
Carabinieri - Foto di repertorio

L’aggressione a Ceglie Messapica, protagonista un ottantenne cegliese.

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica, al termine degli accertamenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un pensionato, 80enne del luogo, per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. In particolare, i militari intervenuti su richiesta di una donna 28enne del luogo, hanno appurato che lei e il suo compagno 27enne erano stati aggrediti, per futili motivi, dal pensionato.

Quest’ultimo, improvvisamente, ha inveito contro i militari operanti proferendo nei loro confronti frasi oltraggiose, spingendo uno dei due e cercando di sottrargli la pistola d’ordinanza; infine, ha simulato di cadere per terra e di accusare un malore. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

“Il fatto non sussiste”, assolto in appello il dj accusato di violenza sessuale

palazzo di giustizia
palazzo di giustizia

Il trentaseienne di Ceglie Messapica nel 2018 era stato condannato a 5 anni e mezzo di reclusione. Assolto in Appello perché il fatto non sussiste

Si è chiuso con l’assoluzione il processo d’Appello a carico del trentaseienne E.T., deejay di Ceglie Messapica, condannato ad ottobre 2018 a 5 anni e mezzo di reclusione per una violenza sessuale ai danni di una giovane cubista.

La Corte d’Appello di Lecce, presieduta da Domenico Cucchiara, ha ribaltato la sentenza di primo grado, che aveva condannato il giovane per un presunto stupro, risalente il 26 ottobre del 2013 e avvenuto nei bagni di uno dei locali della movida di Lecce, approfittando del fatto che la donna si trovasse in uno stato di semicoscienza perché a suo dire ubriaca.

Stando alla versione dell’imputato, difeso dagli avvocati Augusto e Domenico Maria Conte, il rapporto sarebbe stato invece consenziente, come testimoniato in aula da un’altra giovane cubista presente quella sera, alla quale la presunta vittima aveva manifestato il suo apprezzamento per quel rapporto fugace nel bagno del locale.

Le motivazioni dell’Appello, inoltre, si incentravano sul certificato redatto al pronto soccorso dove la giovane fu visitata in seguito ad un malore, in cui il medico aveva annotato – su indicazione della ragazza – che la stessa aveva riferito di avere avuto un rapporto consenziente. Nonché sulle versioni contrastanti fornite dalla presunta vittima, assistito dall’avvocato Fabrizio Pellegrino, poi smentite nel corso del processo. Le motivazioni della sentenza, che ha sancito la fine dell’incubo giudiziario per il giovane dj, saranno depositate entro 90 giorni.

 

Vaccino anti Covid nelle scuole di Brindisi e provincia: si parte domenica

Al via domani la campagna di vaccinazione della Asl di Brindisi per il personale scolastico.

L’appuntamento è alle 9 nell’ambulatorio vaccinale allestito nel Centro anziani di via Spagna, a Brindisi, e a Fasano nella sede del Presidio territoriale di assistenza, sempre a partire dalle 9. In totale tra docenti e altri operatori di scuole per l’infanzia e primarie saranno vaccinate 511 persone: 232 a Brindisi (personale degli istituti Cappuccini e Casale) e 279 a Fasano (scuole Collodi e Galilei).

Nel Centro del quartiere Bozzano, messo a disposizione dal Comune di Brindisi, sono stati predisposti percorsi con apposita segnaletica per garantire la totale sicurezza. Il team del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl sarà composto da 10 operatori sanitari, con 8 postazioni di vaccinazione, una zona per la preparazione delle dosi, un’area dedicata alla compilazione dei moduli per il consenso informato, una sala d’attesa in ingresso e una in uscita, una zona per la gestione di eventuali emergenze.

Nel Pta di Fasano, invece, allestito con gli stessi criteri di sicurezza, saranno a disposizione degli utenti 3 postazioni con 8 operatori sanitari.

Le vaccinazioni per il personale scolastico, circa 8mila persone in tutto nella provincia di Brindisi, proseguiranno ogni giorno e da martedì si aggiungeranno quelle per i 2mila rappresentanti delle Forze dell’ordine (per entrambe le categorie è utilizzato il vaccino AstraZeneca).

Da lunedì 22 febbraio partono, invece, le prime 440 vaccinazioni (vaccino Pfizer) per gli over 80, divisi tra il centro del quartiere Bozzano, a partire dalle 9, e il centro vaccinale territoriale di San Pietro Vernotico, dalle 14.30.

Personale scolastico: da domani iniziano le vaccinazioni

Domani iniziano le vaccinazioni del personale scolastico di Brindisi e provincia. Circa 8mila sono le persone che hanno aderito alla vaccinazione.

Al via domani la campagna di vaccinazione della Asl di Brindisi per il personale scolastico. L’appuntamento è alle 9 nell’ambulatorio vaccinale allestito nel Centro anziani di via Spagna, a Brindisi, e a Fasano nella sede del Presidio Territoriale di assistenza, sempre a partire dalle 9.

In totale tra docenti e altri operatori di scuole per l’infanzia e primarie saranno vaccinate 511 persone: 232 a Brindisi (personale degli istituti Cappuccini e Casale) e 279 a Fasano (scuole Collodi e Galilei).

Nel Centro del quartiere Bozzano, messo a disposizione dal Comune di Brindisi, sono stati predisposti percorsi con apposita segnaletica per garantire la totale sicurezza. Il team del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl sarà composto da 10 operatori sanitari, con 8 postazioni di vaccinazione, una zona per la preparazione delle dosi, un’area dedicata alla compilazione dei moduli per il consenso informato, una sala d’attesa in ingresso e una in uscita, una zona per la gestione di eventuali emergenze. Nel Pta di Fasano, invece, allestito con gli stessi criteri di sicurezza, saranno a disposizione degli utenti 3 postazioni con 8 operatori sanitari.

Le vaccinazioni per il personale scolastico, circa 8mila persone in tutto nella provincia di Brindisi, proseguiranno ogni giorno e da martedì si aggiungeranno quelle per i 2mila rappresentanti delle Forze dell’Ordine (per entrambe le categorie è utilizzato il vaccino AstraZeneca).

Da lunedì 22 febbraio partono, invece, le prime 440 vaccinazioni (vaccino Pfizer) per gli over 80, divisi tra il centro del quartiere Bozzano, a partire dalle 9, e il centro vaccinale territoriale di San Pietro Vernotico, dalle 14.30.

Scuola in Puglia, torna la didattica a distanza al 100%

Scuola in Puglia

La nuova ordinanza regionale elimina la facoltà di scelta della scuola in presenza da parte delle famiglie. L’assessore Lopalco: ”DDI al 100% per velocizzare le operazioni di vaccinazione del personale scolastico”.

Giunta al termine dopo ore di discussioni la trattativa tra regioni e sindacati sulla nuova ordinanza della scuola in Puglia. A partire dal lunedì 23 febbraio 2021 e fino al prossimo 5 marzo (data del nuovo DPCM in arrivo dal governo) Didattica Digitale Integrata (DDI) al 100% per tutti gli studenti pugliesi, dalle scuole dell’infanzia fino alle scuole superiori. La presenza al 50% di ogni classe solo per le attività di laboratorio e per gli alunni disabili, basata sulla valutazione dei singoli istituti e non dalle famiglie.

Il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi della Puglia ha così commentato la nuova ordinanza: “Viene a cadere la cosiddetta libertà di scelta sulla frequenza scolastica concessa impropriamente alle famiglie dalle precedenti ordinanze, che costituiva il principale motivo del nostro dissenso in quanto rappresentava una vistosa anomalia della nostra scuola rispetto a quella del resto del Paese, oltre che ad essere in clamoroso contrasto con i principi costituzionali e gli assetti ordinamentali della scuola italiana”.

L’obiettivo dell’ordinanza, commenta ancora l’assessore Lopalco, è quello di “rallentare la curva epidemiologica su tutto il territorio alla luce della recrudescenza dei dati di contagio a causa della diffusione della variante inglese, per dare la possibilità a tutto il personale scolastico di vaccinarsi e ritornare a fare didattica in presenza più in sicurezza”.

Intanto dal 20 febbraio parte la Fase 2 della campagna vaccinale con la somministrazione dei vaccini a circa 90mila unità del personale scolastico. L’ordinanza punta quindi ad evitare di far incrociare nello stesso istituto insegnanti e collaboratori che devono vaccinarsi con insegnanti e alunni che devono fare lezione.

La Regione, al fine di garantire la ripresa in sicurezza della didattica in presenza al 100%, si è impegnata a una massiccia campagna di vaccinazione, con un tasso di adesione del personale scolastico che sfiora l’80%.

Qui il testo integrale dell’ordinanza.

Articoli Popolari