22.9 C
Ceglie Messapica
domenica 25 Luglio 2021
Home Blog

Turismo lento, siglato l’accordo tra i comuni

Tre Città e un gruppo affiatato di Associazioni uniti per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale del territorio in una prospettiva di sostenibilità ambientale ed economica.

Questo, in sintesi, quanto emerso dall’incontro per la firma del protocollo d’intesa per il turismo lento di giovedì 17 giugno a cui hanno preso parte i Sindaci di Francavilla Fontana, Ceglie Messapica e Villa Castelli.

L’accordo tra i tre Enti nasce dal progetto “La via delle Specchie”, candidato ad un bando di Fondazione “Con il Sud” su iniziativa di CamminaMenti Puglia APS, Le Radici e le Ali Arciragazzi, Tulime onlus, Fiab Villa Castelli Trulli e Olivi secolari, Consulta per la mobilità sostenibile di Ceglie Messapica e in partnership con le tre Amministrazioni Comunali.

Questa progettualità si pone l’ambizioso obiettivo di valorizzare le Specchie, monumenti dimenticati presenti sul territorio, costruendo intorno ad esse un vero e proprio cammino esperienziale, capace di attrarre il turismo lento sotto forma di cicloturismo e turismo a piedi, e allo stesso tempo di avviare un processo in grado di mettere sotto una nuova luce queste testimonianze del passato.

Il protocollo d’intesa fa un passo ulteriore e, oltre a sostenere la progettualità delle associazioni, pone le basi per la costituzione di una rete intercomunale per razionalizzare e concentrare le politiche di mobilità lenta con il fine di coordinare le misure e le politiche in grado di facilitare i collegamenti tra territori legati da una storia e da caratteristiche comuni.

Il protocollo d’intesa è frutto del lavoro congiunto condotto da Sergio Tatarano, Assessore alla Mobilità Sostenibile di Francavilla Fontana, Antonello Laveneziana, Assessore alla Mobilità Sostenibile e Cultura di Ceglie Messapica, e Maria Siliberto, Assessora al Turismo di Villa Castelli.

“La firma di questo protocollo d’intesa – dichiara il Sindaco di Francavilla Fontana Antonello Denuzzo – ci impegna ad investire sulla nostra storia e a costruire sulle radici comuni una ripartenza strutturale. Il turismo lento ed i temi della mobilità sostenibile e del rispetto dell’ambiente rappresentano il grado zero da cui partire per avviare una nuova narrazione del territorio. Ringrazio i colleghi Palmisano e Barletta per aver voluto intraprendere insieme a noi questo percorso che nasce da una rinnovata consapevolezza della nostra storia e del valore della bellezza.”

“Puntare sul turismo lento e sulle peculiarità del nostro territorio – dichiara il Sindaco di Ceglie Messapica Angelo Palmisano – è un passaggio obbligato per la crescita e lo sviluppo. Grazie a queste forme innovative di fruizione del patrimonio artistico-culturale è possibile far vivere come “esperienza” la bellezza che ci circonda ai turisti e ai cittadini. La rete tra Comuni affini è un passo decisivo per diventare attrattori qualificati e qualificanti per i visitatori che vorranno venirci a trovare.”

“Questa sera – dichiara il Sindaco di Villa Castelli Giovanni Barletta – a Francavilla Fontana ci siamo dati appuntamento per una iniziativa di grande importanza per il futuro dei nostri territori. Tre Comuni insieme alle associazioni hanno deciso di avviare un percorso condiviso di promozione delle Specchie e del turismo lento. È un segno di maturità che in prospettiva migliorerà l’offerta turistica e l’attrattività dei nostri tesori, per molti versi ancora da scoprire.”

Abuso d’ufficio: arresti domiciliari per un dirigente del Comune

municipio ceglie messapica

Operazione della Guardia di Finanza di Brindisi: nei guai il dirigente della 6^ area Pianificazione del Territorio.

Al termine di un’indagine diretta dal Sost. Proc. Raffaele Casto e coordinata dal Proc. Aggiunto Antonio Negro, i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria/G.d.F. di Brindisi hanno eseguito un’ordinanza cautelare di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi – dr. Vittorio Testi, nei confronti del Dirigente dell’Area 6/Pianificazione del Territorio del Comune di Ceglie Messapica, indagato per abuso d’ufficio.

Gli accertamenti investigativi hanno riguardato il presunto illecito rilascio di un permesso di costruire con cambio di destinazione d’uso di un immobile artigianale di proprietà di un’azienda locale operante nel settore immobiliare.

Il dirigente destinatario della misura cautelare è accusato di aver procurato alla predetta azienda un ingiusto vantaggio patrimoniale, consistente nel minor versamento di oneri urbanistici, per un importo pari a circa € 45.000.

In sintesi, violando specifiche regole di condotta espressamente previste dalla normativa di settore da cui non residuava alcun margine di discrezionalità, il pubblico ufficiale ha autorizzato, di fatto, l’azienda in parola a non versare i dovuti contributi previsti per il rilascio del permesso a costruire, dell’ammontare complessivo di circa 53.000 euro, accettando il versamento parziale di soli € 8.600,00, così cagionando anche un ingiusto danno patrimoniale all’ente locale di appartenenza.

Dalle opposizioni: “Sindaco e maggiornaza dimenticano il rispetto delle Istituzioni”

Dalle opposizioni: “Sindaco e maggiornaza dimenticano il rispetto delle Istituzioni”. Ecco la nota.

Ancora una volta il Sindaco e la Sua maggioranza hanno dimenticato il rispetto delle istituzioni.

In occasione della commemorazione per la ricorrenza della strage di Capaci promossa dal Lions Club Ceglie Messapica- Alto Salento, patrocinata dall’Amministrazione Comunale con delibera di Giunta del 15.05.2021, avremmo gradito che tutti i consiglieri comunali fossero stati invitati alla cerimonia svoltasi stamani in piazza Falcone e Borsellino.

In tali occasioni tutte le forze politiche hanno motivo di essere presenti, trattandosi di stragi che hanno minato l’equilibrio della nostra democrazia. Quali consiglieri di minoranza, invece, siamo costretti a segnalare per l’ennesima volta che il Sindaco Palmisano preferisce uscire in solitaria con i suoi cortigiani e dimenticare le buone regole istituzionali.

I Consiglieri Comunali
Giusy Resta
Isabella Vitale
Piero Piccoli
Giuseppe Argentiero
Giovanni Gianfreda
Pasquale Santoro

Caelium: un concerto per Sant’Anna

Il duo di fisarmoniche dei fratelli De Nitto omaggerà la mamma di tutti i cegliesi con un concerto sul Sagrato della Chiesa

Domenica 25 luglio 2021 alle ore 20:30, presso il Sagrato della Chiesa di Sant’Anna, Ceglie Messapica (Br), si terrà il Concerto in onore di Sant’Anna che vedrà protagonista un Duo di Fisarmoniche: Vincenzo e Giuseppe De Nitto. Il programma della serata sarà presentato da Patrizia Urso.

L’Associazione Caelium, presieduta dal M° Massimo Gianfreda, da oltre 26 anni porta la m usica nei teatri, nelle sale da concerto, nei musei, nelle piccole e grandi chiese, in luoghi di grande interesse storico, culturale e religioso con l’intento di promuovere la bellezza dei nostri patrimoni culturali architettonici, una bellezza che riesce a splendere grazie alla passione e alla dedizione con cui l’associazione si prodiga nell’organizzazione di concerti ed eventi culturali.

La location del prossimo concerto è molto particolare: si tratta di un piccolo gioiello architettonico che i cegliesi custodiscono con cura e devozione dal 1182 (data documentata Codice Diplomatico Brindisino), la Chiesa di Sant’Anna. La chiesetta, preceduta da un piccolo giardino, presenta un prospetto molto semplice, sulla sommità un Crocifisso in pietra ed un campanile a vela con due piccole campane. L’interno, a una sola navata, spicca per la vivace policromia delle pareti e per la presenza di numerose iconografie come il grande affresco trecentesco raffigurante la Morte della Santa, una tela di autore ignoto raffigurante la Sacra Famiglia, il dipinto a olio ottocentesco attribuito a Vito Nicola Galeone, raffigurante la Madonna col Bambino e i Santi Cosimo, Damiano e Antonio da Padova, il dipinto della Presentazione di Maria al Tempio. L’altare, tipicamente barocco nelle forme, conserva la statua lignea della Santa che risale al XVIII secolo.

In tutta questa bellezza risuoneranno le vibrazioni di due fisarmoniche grazie all’interpretazione accurata di due talentuosi fisarmonicisti: Giuseppe e Vincenzo De Nitto.

Domenica 25 luglio 2021 alle ore 20:30, presso il Sagrato della Chiesa di Sant’Anna, Ceglie Messapica (Br), si terrà il Concerto in onore di Sant’Anna che vedrà protagonista un Duo di Fisarmoniche: Vincenzo e Giuseppe De Nitto. Il programma della serata sarà presentato da Patrizia Urso.

 

L’Associazione Caelium, presieduta dal M° Massimo Gianfreda, da oltre 26 anni porta la musica nei teatri, nelle sale da concerto, nei musei, nelle piccole e grandi chiese, in luoghi di grande interesse storico, culturale e religioso con l’intento di promuovere la bellezza dei nostri patrimoni culturali architettonici, una bellezza che riesce a splendere grazie alla passione e alla dedizione con cui l’associazione si prodiga nell’organizzazione di concerti ed eventi culturali.

La location del prossimo concerto è molto particolare: si tratta di un piccolo gioiello architettonico che i cegliesi custodiscono con cura e devozione dal 1182 (data documentata Codice Diplomatico Brindisino), la Chiesa di Sant’Anna. La chiesetta, preceduta da un piccolo giardino, presenta un prospetto molto semplice, sulla sommità un Crocifisso in pietra ed un campanile a vela con due piccole campane. L’interno, a una sola navata, spicca per la vivace policromia delle pareti e per la presenza di numerose iconografie come il grande affresco trecentesco raffigurante la Morte della Santa, una tela di autore ignoto raffigurante la Sacra Famiglia, il dipinto a olio ottocentesco attribuito a Vito Nicola Galeone, raffigurante la Madonna col Bambino e i Santi Cosimo, Damiano e Antonio da Padova, il dipinto della Presentazione di Maria al Tempio. L’altare, tipicamente barocco nelle forme, conserva la statua lignea della Santa che risale al XVIII secolo.

In tutta questa bellezza risuoneranno le vibrazioni di due fisarmoniche grazie all’interpretazione accurata di due talentuosi fisarmonicisti: Giuseppe e Vincenzo De Nitto.

Evade dagli arresti domiciliari, arrestato 69enne cegliese

arrestato

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno arrestato un 69enne del luogo per evasione.

L’uomo, in atto sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, è stato colto dai militari operanti all’esterno della sua abitazione, intendo a effettuare acquisti da un venditore ambulante. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, il 69enne è stato rimesso in libertà con ripristino della misura detentiva in corso.

“Le Mute Infernali. Dante e le donne”, domani la presentazione

le mute infernali

L’evento che fonde cultura e musica sarà dedicato alla compianta Flavia Gervasi.

Appuntamento con Dante e “Le mute infernali”, domenica 25 (inizio ore 19.30), nel cortile della Parrocchia “Maria Immacolata Madre della Divina Provvidenza”. Un’interessante iniziativa culturale ed artistica che vedrà la letteratura incontrare la buona musica, attraverso la presentazione del libro “Le Mute Infernali. Dante e le donne” (Besa editrice).

M. Epifani
M. Epifani
D. de Fazio

Un libro, curato dalle autrici Debora de Fazio e Maria Antonietta Epifani, che sta riscuotendo davvero molto successo. Infatti, le due curatrici Epifani e de Fazio offrono uno sguardo inedito sul grande Trecentista: il rapporto tra Dante e le “sue” donne. È noto quanto la presenza di figure femminili nell’opera magna del Poeta sia piuttosto esigua e come si contino letteralmente sul palmo di una mano le donne a cui nel Poema sia concesso di parlare.

Così, le donne “mute” di Dante, già protagoniste del libro, si faranno conoscere in una serata, che sarà presentata dalla giornalista Agata Scarafilo, che scrive oltre che per “La Gazzetta del Mezzogiorno” anche per il semestrale “Parola e Storia” e per il periodico nazionale “Scuola e Amministrazione”.

L’evento, patrocinato dal Comune di Ceglie Messapica nell’ambito di “CegliEstate 2021”, sarà dedicato alla compianta musicologa Flavia Gervasi, alla quale è stato dedicato anche il libro. Un’artista ed una studiosa che ha lasciato un segno indelebile attraverso la sua musica (chitarrista classica, etnomusicologa) e le sue ricerche (è stata docente di sociomusicologia presso l’Università di Montréal).

Alla serata, che si apre alla solidarietà pro Caritas e pro oratorio parrocchiale, prenderanno parte, oltre alle curatrici, alcune autrici dei racconti, il prof. Marcello Aprile (docente di Linguistica italiana presso l’Università del Salento e presidente della Società Dante Alighieri di Lecce), il sindaco Angelo Palmisano, l’artista Uccio Biondi (autore della copertina) e il parroco Giacomo Lombardi.

L’evento sarà chiuso, poi, da un interessante concerto a cura di Enza Pagliara (voce), Roberto Chiga (percussioni), Massimiliano Morabito (organetto diatonico) e Attilio Turrisi (chitarra classica e battente).

 

“Puglia Tipica”, stasera e domani a Ceglie Messapica

puglia tipica

La IX edizione di Puglia Tipica, che quest’anno sarà presentata a Ceglie Messapica, prevede due giorni ricchi di appuntamenti

Puglia Tipica é uno degli eventi più attesi dalle pro loco pugliesi, in quanto rappresenta un’occasione per riunirsi, incontrarsi, confrontarsi e presentare al pubblico, le peculiarità del proprio territorio.

L’evento è organizzato dall’Unpli con la collaborazione della Pro Loco di Ceglie Messapica (Presidente Cristina Elia), Ostuni (Presidente Madia Trinchera) e San Michele Salentino (Presidente Cosimino Bellanova), ed il patrocinio del comune di Ceglie Messpica.

Partendo dal Gargano fino al Salento, passando per la Valle d’Itria e l’Alta Murgia, non mancheranno negli stand di ”Puglia Tipica” in Via Muri a partire dalle ore 17:00, le prelibatezze eno-gastronomiche e i prodotti di artigianato locale che racconteranno storie e tradizioni dei territori pugliesi.

Sabato 24 luglio ore 19:00 verrà presentato “Intrecci di Puglia”, degli interessanti show dimostrativi dell’arte dell’intreccio sia gastronomico con il casaro cegliese Bazzini Pietro, sia di artigianato con il falegname Mimmo Roma che con le sue mani laboriose ridarà vita ad una vecchia sedia con la tecnica dell’impagliatura; chiunque potrà portare un telaio e ricostruire insieme a Mimmo la propria sedia. Non mancheranno attività per i bambini, domenica 25 luglio alle ore 19:00 con  “il gusto del tricolore”, un laboratorio divertente e allo stesso tempo “della tradizione”; sarà infatti un laboratorio in cui si prepareranno orecchiette colorate .

Importanti saranno le tematiche affrontate nei convegni del 24 e del 25 luglio alle ore 17: 00 presso il Castello Ducale, riguardanti il terzo settore e il turismo sostenibile ed esperienziale, a cui parteciperanno in presenza e da remoto, alcuni ospiti importanti tra cui l’assessore regionale Welfare, politiche di benessere sociale e pari Opportunità, Rosa Barone e la Presidente  del Consiglio Regionale Puglia, Loredana Capone. Tra i relatori, oltre al saluto del primo cittadino della città di Ceglie Messapica, Angelo Palmisano e della presidente della Pro Loco di Ceglie Messapica, Cristina Elia, ci saranno Rocky Malatesta, presidente del consorzio di gestione di Torre Guaceto, Maria Teresa Cantaldo, animatrice territoriale, Davide Giove, portavoce forum terzo settore, Angelo Lazzari, dirigente Unpli Puglia e Rocco Lauciello, presidente Unpli Puglia.

A concludere le due serate, saranno due spettacoli musicali in Largo Belvedere Monterrone ore 21:00, dei gruppi “Le radici del Sud” e “Mimì Nobile & Taranta Gipsy”, che a  suon di pizzica e taranta faranno divertire il pubblico presente. Non mancherà una Street Band di musica tradizionale che nel pomeriggio passeggerà nei vicoli del centro storico, tra l’ estemporanea di pittura a cura dei Lions e la mostra di quadri a cura dei corsisti dell’Unitre di Ceglie Messapica.

Incidente stradale: perde la vita una donna di Ceglie Messapica

Incidente stradale

L’episodio si è verificato a pochi passi dal centro abitato della città degli imperiali.

Incidente mortale nel tardo pomeriggio di oggi sulla provinciale che collega Francavilla Fontana e Ceglie Messapica, l’episodio si è verificato a pochi passi dal centro abitato della città degli imperiali.

Per cause ancora al vaglio degli inquirenti, due veicoli si sono scontrati e uno degli occupanti, un’anziana donna residente a Ceglie Messapica ha perso la vita sul colpo.

La donna viaggiava a bordo di una Fiat Idea, ed ha perso il controllo vettura . Ferite, invece, altre due persone, tra le quali anche una bambina.

Sul posto polizia locale, carabinieri, vigili del fuoco e i sanitari del 118.

Passi carrabili: il consigliere Piero Piccoli chiede chiarimenti all’amministrazione

Passi carrabili: il consigliere Piero Piccoli chiede chiarimenti all’amministrazione comunale.

Da pochi giorni alcuni cittadini di Ceglie Messapica hanno ricevuto l’avviso di pagamento annuo del loro passo carrabile.

L’azienda responsabile, la So.G.E.T SPA, attraverso il circuito bancario e Poste Italiane, ha inviato il modello pre-compilato per poter effettuare il pagamento.

Visto e considerato che i canoni annui dei passi carrabili finiscono nelle casse Comunali mi chiedo: “Perchè da 2 giorni ricevo continue telefonate e messaggi da cittadini preoccupati di non riuscire a pagare il tributo, nonostante si siano recati nei luoghi dedicati al pagamento? ”

Cosa deve fare quindi il cittadino per essere in regola?

Perché l’amministrazione non è riuscita a comunicare tempestivamente una soluzione?

E’ bellissimo come semplici disguidi possano causare disservizi e problemi.

Ci auguriamo che questo messaggio possa servire a trovare pronta risposta e soluzione, ma è triste dover continuare ad assistere a tali mancanze e ad evidenziare la stasi in cui verte il nostro comune.

Forse la mancata comunicazione sul come procedere al pagamaento c’è….ma non sono sicuro, visti i tempi, se sia vera o fake!

Democraticamente

Il consigliere comunale

Piero Piccoli

Mittaffet alla bufala: l’esperimento sociale più corto della storia

Matteo Pessina a Ceglie Messapica Mittaffet

Con la complicità dell’Assessore alla Cultura, i ragazzi di Mittaffett: «Volevamo far capire come nascono le fake news».

Di Mariagrazia Bruno

Ebbene sì. Ci sono cascata anche io. Nonostante la visione accurata del profilo Instagram di Matteo Pessina, nonostante avessi avuto il sentore che si trattasse di una bufala (me l’hanno chiamato Marco), nonostante abbia svegliato a tarda sera una ragazza dello staff del ristorante che insisteva dicendomi che quello fosse il “giorno di chiusura. Una polla? Forse.

Dare notizia di quello che accade nella nostra Città è uno dei nostri doveri, verificare l’attendibilità delle fonti lo è ancora di più. E quì quei “mattacchioni” dei Mittaffet hanno saputo organizzare tutto alla grande. Quale fonte attendibile migliore di un Assessore, da sempre loro amico? E’ vero, come dicono alcuni, che non è “parte” consona al ruolo istituzionale che ricopre, ma in un momento storico così particolare un po’ di leggerezza in più su queste tematiche leggere, forse, andrebbe perdonata.

D’altronde si stava parlando di un ragazzo, che seppur 24 enne, ha mezzi economici sopra la media. Per capirsi; se io povera comune mortale che non ho nemmeno un’auto per fare Ceglie Martina, che sono 20 chilometri scarsi, ci metto 2 ore con un trenino mono-vagone, non vedo perché “uno” che ha la possibilità di spostarsi in jet privato non possa essere oggi qui e domani a 1000 chilometri di distanza.

Matteo Pessina a Ceglie Messapica Antonello LavenezianaTutto, comunque, è nato la sera del 19 luglio, quando sulla pagina social dell’Associazione Mittaffet è uscita una foto dei ragazzi (tutti con mascherina proprio per non “smascherarsi” subito) e Marco, un quindicenne di Ceglie Messapica dalla vaga somiglianza, seppur con qualche centimetro in meno, con Matteo Pessina il neo campione d’Europa. A ruota è seguita la pubblicazione della medesima foto da parte dell’Assessore alla Cultura, Antonello Laveneziana, foto scattata la sera della semifinale con la Spagna, durante il rinfresco per la laurea di un Mittaffet.

Uno scherzo, certo, che è durato quanto un gatto in tangenziale. Noi “polli” di CeglieNotizie che avevamo preparato la notizia, dopo averla fatta uscire e assicuratoci della totale infondatezza della notizia, l’abbiamo prontamente eliminata.

Oggi, che ormai la bufala è stata scoperta, abbiamo voluto dar voce ai protagonisti di questa bufala estiva che, prontamente, ci hanno inviato un Comunicato stampa sulla vicenda:

“L’Associazione MittAffett ha realizzato, a partire da lunedì 19 luglio, una iniziativa per lanciare un “progetto” finalizzato al buon utilizzo dei social network, attraverso la pubblicazione di alcune foto su facebook e su instagram. Si tratta di un vero e proprio ‘esperimento’ per testare la reazione degli utenti social e gli effetti conseguenziali, soprattutto legati al distorto uso dello strumento social.

Sono stati protagonisti dell’iniziativa i responsabili dell’Associazione MittAffett e l’Assessore Antonello Laveneziana, che di buon grado ha accolto la proposta dell’Associazione.

L’esperimento si è rivelato subito efficace poiché, al di là delle numerose reazioni positive (con commenti e approvazioni social) alle foto ritraenti i protagonisti dell’iniziativa con un giovanissimo ‘sosia’ del  campione europeo Matteo Pessina, ha suscitato un reazione scomposta e fuori luogo di alcuni isolati rappresentanti del giornalismo locale, che senza verificare la ‘notizia’ presso chi aveva pubblicato le foto (responsabili dell’Associazione MittAffett e l’Assessore) hanno passato l’intera giornata successiva alla pubblicazione esternando il proprio stato d’animo su facebook con post e commenti dal taglio simil ironico o al limite della gratuita cattiveria. E a coronamento di questo ‘castello costruito in aria’ si realizzano articoli giornalistici che appaiono più un attacco alle persone che un servizio offerto ai cittadini sulla correttezza dell’informazione.

Pertanto l’Associazione, che ha raggiunto velocemente il suo obiettivo, si permette, pacatamente, di esprimere alcune buone regole, valide per tutti, da seguire per un corretto utilizzo dei social network:

SOCIAL NETWORK, MANEGGIARE CON CURA

  1. un soggetto qualsiasi (o una associazione) è libero di pubblicare sui propri profili social qualsiasi post o foto nel rispetto della altrui libertà e dignità, non oltrepassando le comuni regole di civiltà e buonsenso.
  2. un soggetto qualsiasi (o una associazione) è libero di promuovere una campagna social secondo le modalità che ritiene più opportune, coinvolgendo tutti i soggetti che vuole, istituzionali o meno che siano.
  3. ogni volta che ci imbattiamo in una foto o un post pubblicato sui social è importante riflettere e non dare nulla per scontato.
  4. l’obiettivo primario dei social è generare partecipazione, scambio di idee, adesioni, suscitare emozioni positive.
  5. bisogna fare attenzione a ciò che si pubblica su social, poiché internet è una grande risorsa ma, proprio come nel mondo reale, è necessario muoversi con consapevolezza e cautela per evitare i pericoli e godersi tutto quello che di buono può offrire.
  6. non è necessario o obbligatorio commentare i post o le foto altrui.
  7. soprattutto non è buona abitudine ‘sfogare’ i propri istinti nei confronti degli altri utenti social o di altre persone in generale.
  8. è obbligatorio non offendere, insultare e denigrare gratuitamente le persone, le cose, gli animali e tutti i soggetti con cui si vuole interagire.  
  9. bisogna prestare particolare attenzione alle persone che ci circondano e che desiderano connettersi a noi ed ai nostri dati. È importante dunque sapere che questi nuovi “amici” potrebbero essere soggetti malintenzionati.
  10. riempiamo i social di buone azioni e buone intenzioni. Fare del bene o esprimere buoni sentimenti anche attraverso i social network contribuisce a migliorare e a rendere più vivibile il nostro mondo.”

Identità golose: tra i 16 ristoranti imperdibili di Puglia anche il Cibus

Cibus Ceglie Messapica Staff

È online la guida che propone 16 tappe estive da non perdere da Bari alla Valle d’Itria, tra cui il Cibus di Ceglie

È online la Guida Identità Golose 2021 che propone sedici “identità golose” in cui poter pranzare e/o cenare da Bari alla Valle d’Itria: tra le 16 tappe risulta anche il Cibus di Ceglie.

Entra di diritto nella top 16 pugliese, il Cibus di Ceglie Messapica, struttura gestita sapientemente dalla famiglia Silibello, così accoglienti “da mettere a proprio agio tanto i clienti abituali quanto i turisti stranieri”.

Il Cibus, che si trova a pochi passi dalla centralissima Piazza Plebiscito e sorge all’interno del cortile di un convento, ex sede del Palazzo di Città, è da anni fiore all’occhiello della ristorazione messapica.

Più volte inserito nella guida Gambero Rosso, meta gettonata di personaghi illustri offre “piatti che sono il risultato dell’incontro tra l’eccellente qualità delle materie prime del territorio e il filologico recupero di un atavico sapere culinario” ( Qui la la recensione completa a cura di Identità Golose).

Fra i vicoli del centro storico di Ceglie Messapica, in un antico convento del XV secolo, si trova il ristorante Cibus. Le stanze in pietra, con arcate dipinte a calce, ospitano il regno di Lillino Silibello, persona schietta e gentile, con una profonda cultura del cibo e delle tradizioni enogastronomiche della sua terra.

Dal 1994, anno di apertura, la cucina è affidata a Giovanna, a sua figlia Filomena e ad Angela Nigro; Lillino e sua moglie Angela Amico si occupano della sala, e delle mille altre incombenze che Cibus comporta.

Più che un ristorante, Cibus è un luogo di conoscenza. Lillino ha sempre interpretato il suo lavoro in quest’ottica, considerando il cibo non soltanto come elemento di piacere ma anche come chiave per penetrare la cultura e la storia dei luoghi. A lui bastano le poche, sussurrate parole con cui accompagna ogni piatto, per comunicare ai suoi ospiti tutto il percorso che quella pietanza, quegli ingredienti hanno fatto per giungere lì, in quella stagione. Ogni singola ricetta è il frutto di una ricerca continua sulle possibilità di abbinamento tra gli innumerevoli, eccezionali prodotti che il territorio offre.

Lillino ha la sorprendente capacità di far sentire tutti i suoi ospiti coinvolti in una gioiosa esperienza sensoriale e spirituale che nasce alla sua tavola; la passione con cui trasmette informazioni sugli ingredienti, l’animosità con cui discute sulle mode gastronomiche del momento, il sorriso compiaciuto e attento con cui ascolta il commenti e le reazioni stupite dei suoi ospiti; tutto questo, al pari della grande cucina, fa di Cibus un’esperienza indimenticabile.

Lions: estemporanea di beneficenza sabato 24 e domenica 25 luglio

lions estemporanea di beneficenza ceglie messapica

Le opere realizzate nell’estemporanea organizzata dal Lions Club saranno poi esposte ad agosto nel terzo weekend del mese.

Questo weekend per le strade del centro storico sarà possibile partecipare e assistere ad una estemporanea di pittura organizzata dal Lions Club. All’estemporanea potranno partecipare sia i cittadini di Ceglie Messapica che i turisti presenti nella città della gastronomia o comunque presenti sul territorio.

“Attraverso questa estemporanea di pittura –  fa sapere la presidente Lions Luisa Parisi – abbiamo voluto far sì che anche, oltre ai cittadini cegliesi, anche i turisti possano mettere a disposizione dell’intera comunità la loro arte e la loro esperienza”.

All’atto di iscrizione alle estemporanea gli artisti verrà consegnato un tesserino di riconoscimento, l’artista dovrà usare il proprio materiale e consegnare l’opera prodotta agli organizzatori dell’evento che provvederanno poi all’esposizione che avverrà nel mese di agosto.

Le opere prodotte dagli artisti, che potranno scegliersi il proprio angolo all’interno del centro storico dove poter dipingere, saranno poi vendute in beneficenza e il ricavato donato ad un service locale. “La vendita in beneficenza di queste opere – conclude la presidente Parisi – oltre a valorizzare l’artista che ha prodotto l’opera sarà d’aiuto ai cittadini che ne hanno bisogno”.

lions estemporanea di beneficenza ceglie messapica locandina

Turismo e centro storico: dibattito con Isabella Vitale di Radici d’Impegno

centro storico piazza plebiscito

In largo Ognissanti, domani, un dibattito su turismo e centro storico guidato da Isabella Vitale consigliere d’opposizione per Radici d’Impegno

“Arriva il momento in cui bisogna fare delle scelte, occorre andare in una direzione, piuttosto che un’altra. Che tipo di turismo e di vita sociale vogliamo nella citta? Negli ultimi giorni abbiamo assistito, come riportato dai giornali, alle difficoltà dell’ambulanza di attraversare le strade del centro.”

“Dobbiamo aspettarci l’irreparabile per intervenire? Come Consigliere di opposizione della lista Radici di Impegno ho inoltrato al Sindaco una richiesta per istituire un tavolo tecnico al fine di arginare un problema presente in estate in tutti i piccoli centro storici come il nostro.”

“La questione è complessa e particolarmente sentita nel centro cittadino. Da un lato ci sono i residenti che rivendicano il diritto alla tranquillità del sonno e, dall’altro, ci sono i titolari dei locali che chiedono di poter lavorare in un clima di maggiore serenità. Nell’ultimo periodo sono state emanate ordinanze che promettono controlli da parte delle forze dell’ordine, ma l’Amministrazione sarà in  grado di porre in essere i controlli? Di far rispettare il Regolamento e le ordinanze emanate?”

“Le verifiche dovrebbero tendere ad accertare il possesso o meno di autorizzazioni e requisiti necessari per lo svolgimento delle attività e, dall’altro, servono a controllare che l’intrattenimento musicale, per esempio, avvenga entro e non oltre l’arco temporale indicato dall’ordinanza comunale e nel Regolamento  di  Polizia e Sicurezza Urbana.”

“Se Ceglie sta sposando l’idea di un turismo lento, green, di qualità, se i turisti stranieri vengono a Ceglie per rifugiarsi nelle nostre campagne, perché il centro cittadino deve essere devastato e deturpato dalla presenza di auto, tavoli, sedie, divani e spazzatura, sporcizia. Si può dare vita ad un’altra città? I comitati spontanei di cittadini residenti nel centro storico hanno diritto di parola?”

“Tutto, allo scopo di arrivare ad una regolamentazione che possa essere il più possibilmente rispettosa degli interessi di tutti. Si riporti la discussione su dati oggettivi e ci si astenga di esprimersi per antipatia o simpatia dei proprietari dei locali o dei cittadini che lamentano sicuri disagi.”

“Ne parliamo giovedì 22 luglio 2021 ore 20,30, inizio ore 21.00 Largo Ognissanti.”

Articoli Popolari