15 C
Ceglie Messapica
lunedì 20 Maggio 2019
Home Blog

Servizio straordinario di controllo del territorio per la prevenzione dei reati predatori

Carabinieri

Sono stati segnalati 5 soggetti quali assuntori di stupefacenti. Effettuate 12 perquisizioni tra personali e domiciliari, 49 le auto controllate con 81 persone identificate di cui 18 di particolare interesse operativo, 13 i soggetti monitorati sottoposti a misure cautelari e di prevenzione.

I Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni e della Stazione di Ceglie Messapica hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella città di Ceglie con l’esecuzione di posti di controllo e perquisizioni.

L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, e il contrasto allo spaccio di stupefacenti, nonché al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Il servizio attuato ha anche interessato le aree periferiche nonché le contrade rurali del Comune.

Nell’ambito delle attività i militari hanno recuperato in località Montefogaro su segnalazione di un contadino abitante in quella località, un Fiat Doblò asportato in Francavilla Fontana il 15 dicembre 2018, e una Fiat 500 asportata in Ceglie Messapica il 14 maggio 2019.

Nel corso dei controlli sono state segnalate all’autorità amministrativa 5 persone, una residente a Mesagne, 2 a San Vito dei Normanni e 2 a Ceglie Messapica, trovate in possesso, a seguito di perquisizione personale e veicolare, di modiche quantità di sostanze stupefacenti; in totale sono stati rinvenuti 4 grammi di marijuana, 7 di hashish e una dose di cocaina il tutto sottoposto a sequestro.

Nel complesso, i Carabinieri hanno eseguito 12 perquisizioni tra personali e domiciliari, identificato 81 persone di cui 18 di particolare interesse operativo, controllato 49 autoveicoli oltre a 3 esercizi pubblici. Sono state anche controllate 13 persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione.

Presentazione del libro e La inaugurazione della mostra dell’artista Rosangela Chirico

Presentazione ed inaugurazione Domenica 19 Maggio 2019, ore 20.00 presso il MUSEO MAAC, “La Piega – Dall’altra parte del cuore”.

Il Museo Archeologico e di Arte Contemporanea di Ceglie Messapica (Br) inaugura la nuova stagione primaverile e festeggia i tre anni dall’apertura con la presentazione del libro e la mostra personale d’arte di Rosangela Chirico, “La Piega – Dall’altra parte del cuore” ( Edizioni Alphard Books), domenica 19 maggio alle ore 20.00.

Si tratta della prima raccolta di testi lirico poetici della Chirico, scritti col colore nelle sue opere verbo-visive. Intimi dialoghi che assumono la piega giusta nello studio pittorico i Sudari d’Amore, ispirati dal Sacro Telo Sindonico.

“Con un linguaggio sincretico, costituito dal segno grafico e dal segno iconico – come si legge nella prefazione curata dal prof. Salvatore Luperto, critico, curatore d’arte e docente nonchè direttore del Museo Pietro Cavoti di Galatina – l’autrice crea opere che trovano riferimento nelle esperienze della poesia visuale nate in Italia alla fine degli anni Cinquanta con i movimenti di poesia concreta, poesia visiva e nuova scrittura del vasto fenomeno mondiale denominato Poesia Visiva. Nei lavori di Chirico s’impone la scrittura, la parola esaltata dal colore, da altri segni ed in particolare dalla piega che nel suo andamento ondulato assorbe o riflette la luce creando rilievi chiaroscurali ed effetti volumetrici, contribuendo alla stessa fisicità dell’opera”.

Dal punto d’incontro tra l’arte figurativa e la poesia nasce, quindi, “La Piega” all’interno del quale Rosangela Chirico ha voluto “cucire” le sue preghiere e riflessioni, devozioni intime che, attraverso, le opere artistiche che accompagnano le 49 liriche, la Chirico vuole far comprendere la finitudine umana e la significazione dell’infinitudine dell’anima. Sottane di pensieri tra le pieghe gravide di interminabili dialoghi di luce. Gesti come scritture che aderiscono alle pareti del cuore attraverso la sublimazione dell’arte autentica, quella che proviene, non dalla pratica nel fare ma da dentro l’anima della stessa Arte.

Alla presentazione ed inaugurazione interverranno:
Luigi Caroli, Sindaco di Ceglie Messapica
Antonello Laveneziana, Assessore alle Politiche Culturali di Ceglie M.ca
Salvatore Luperto, critico e diretto artistico del Museo Cavoti di Galatina
Don Lorenzo Elia, parroco della Chiesa San Rocco di Ceglie M.ca
Paolo Marzano, critico d’arte
Rosangela Chirico, autrice del libro e delle opere d’arte
Intermezzi musicali a cura di Francesca Lombardi, violinista e letture a cura dell’attore Enrico Messina.
L’evento è organizzato con il sostegno di:
Comune di Ceglie Messapica, Assessorato alle Politiche Culturali
Giovanni Monaco – Tenute Monaco
Ing. Rocco Curri – Studio DIRC
Leonardo Lodedo – Oleificio Lodedo
Rocco Menga – Petrolmenga
Dott. Cosimo Palmisano – Studio Palmisano&Associati
Cuochi Vinod Sokar e Antonella Ricci
Pietro D’Amico – Oleificio Il Frantolio – Cisternino
Gruppo Invest D’Amico – Cisternino
Rocco Palazzo Alphard Music

Le fotografie contenute nell’opera sono state realizzate da Giovanni Convertino
La mostra è visitabile fino al 9 giugno 2019 negli orari di apertura del MUSEO MAAC ( per informazioni: www.cegliesistemagustodarte.it – telefono: 0831.376123).

Rosangela Chirico. Vive a Ceglie Messapica, sua terra d’origine. Nella sua attività si assemblano pittura, poesia, digital Art, letteratura, video arte, scultura, teatro. Nella sperimentazione del suo linguaggio pittorico oltre alle tradizionali arti applicative, si avvale anche dei sistemi multimediali. Da oltre trent’anni espone in mostre personali e collettive e in eventi letterari e musicali. Insegna materie artistiche nei Licei. E’ una donna eclettica, impegnata nel sociale e nella salvaguardia dell’ambiente. Si è occupata di documentari sull’ambiente e nel 2015 ha esordito con l’opera letteraria biografica “Plastica – Storia di Donato Chirico operaio Petrolchimico”.

Sbarrierando: domani la camminata solidale per le vie della città

Partirà dalla Villa Cento Pini e si concluderà in Piazza Plebiscito la passeggiata che vuole sensibilizzare i cittadini alla rimozione di ogni barriera architettonica da sempre fonte di limitazione per  i città diversamente abili.

Partirà domani alle 15:30 dalla Villa Cento Pini  “SBARRIERANDO”, la camminata solidale per l’abbattimento delle Barriere Architettoniche.
La camminata ha la scopo di sensibilizzare la cittadinanza, circa le problematiche che ogni giorno il cittadino incontra muovendosi nel nostro tessuto urbano. Si vuole quindi richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’impossibilità di muoversi liberamente in città, in particolare per chi ha abilità diverse, ma anche anziani, e a coloro che portano i bambini nel passeggino.

“Sbarrierando – commenta Maria Grazia Conte presidente dell’Associazione CreAttivaMente- oltre ad essere il nostro evento di punta di questo anno 2019, è per noi un progetto in cui crediamo molto. In questi anni di vita associativa,abbiamo collaborato molto da vicino con diverse associazioni che operano con ragazzi diversamente abili, e grazie a loro abbiamo tocccato con mano quanti ostacoli debbano affrontare anche nei semplici spostamenti quotidiani. Cosi il 28 dicembre 2018, al Teatro Comunale, durante il “Io Sono Qui-Live” abbiamo preso l’impegno con i ragazzi e con tutti gli ospiti presenti e soprattutto con l’appoggio dell’Amministrazione Comunale,di segnalare e cercare di corregere alcuni dei punti di maggiore criticità del tessuto urbano. Quindi abbiamo somministrato,ai ragazzi delle associazioni e alle loro famiglie un questionario,ne abbiamo elaborato i risultati e li presenteremo proprio il 19 maggio in Piazza.
L’invito all’evento è rivolto a tutti, proprio per toccare con mano gli attuali impedimenti ad una sicura mobilità, con l’obiettivo di rendere la città più vivibile ed accessibile e trasformare gli spazi pubblici da difficoltosi luoghi di transito e veri e propri spazi relazionali”.

Alla camminata parteciperanno decine di associazioni che operano con ragazzi con disabilità, della provincia di Brindisi, che per l’occasione realizzeranno degli slogan sul tema delle barriere architettoniche per il Contest “Lo striscione CreAttivo”.

La passeggiata solidale è stata anticipata dal lancio di un video sui Social girato dalla fotografa Anna Rita Lodedo e che vede protagonisti Donato Lerna e Daniela Bazzini.

Disagio pioggia: Lezioni di fitness nella pozzanghera [VIDEO]

Via Fb l’ennesimo video segnalazione del disagio che vivono i residenti e i proprietari delle attività site in via 2 Giugno.

Di Mariagrazia Bruno

Cambiano le stagioni ma i problemi persistono. Neanche la primavera da un po’ di “sollievo” ai cittadini che risiedono o gestiscono la propria attività in via 2 Giugno. Le continue piogge di questi giorni hanno continuato a creare disagi, sottolineando come nel corso di questi anni tutti gli appelli e le segnalazioni siano finite nel fondo del dimenticatoio. O meglio nel fondo dell’enorme pozzanghera che si crea nei pressi dell’idrolavaggio.

Già nei mesi scorsi, precisamente ad ottobre, dopo l’ ennesima auto rimasta impantanata nella pozzanghera i titolari delle attività presenti nella via avevano dato voce al proprio malumore, non sortendo però nessuna risposta da parte dell’ Amministrazione.

Ieri, dopo l’ennesima “piena”, Jeannette Maria Urso, titolare della palestra JGym, ha simpaticamente girato un video in cui assieme ad alcuni atleti della palestra, dimostra come sia profonda la pozza d’acqua che si forma e che quindi crea un effettivo disagio anche ai clienti della palestra. Acqua a metà polpaccio, un po’ di marcia e step touch ( movimenti di divaricazione delle gambe) si sono trasformati in una disperata lezione di acquagym nel fango.

Guardia di Finanza: bancarotta fraudolenta e simulazione di reato. Arrestati due imprenditori.

guardia di finanza
guardia di finanza

Guardia di Finanza: bancarotta fraudolenta e simulazione di reato. Arrestati due imprenditori.

In data odierna, i militari del Gruppo di Ostuni hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare, nella misura degli arresti domiciliari – emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi – nei confronti di due imprenditori di Ceglie Messapica (BR), operanti nel settore edile, per le ipotesi di reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale e simulazione di reato aggravata.

Il provvedimento odierno trae origine dalle indagini delegate dalla locale Procura della Repubblica alle fiamme gialle ostunesi incaricate di accertare la condotta adottata dai due imprenditori cegliesi nell’ambito del fallimento della società da questi amministrata.
Nel dettaglio, i riscontri investigativi hanno permesso di accertare che i due soggetti, prima che fosse dichiarato il fallimento della società – per un valore di oltre tre milioni di euro – ed al fine di salvaguardare i propri beni, hanno posto in essere più condotte fraudolente attraverso:

– la dissipazione di una notevole parte del patrimonio della società in operazioni economiche palesemente imprudenti;

– la distrazione di più immobili con appositi atti di cessione nei confronti di una società terza riconducibile allo stesso nucleo familiare;

– il trasferimento ingiustificato di denaro dai conti aziendali a quelli personali dei due imprenditori.

Nel corso degli accertamenti, culminati nella disamina delle movimentazioni finanziarie e della situazione patrimoniale della società cegliese, le fiamme gialle hanno altresì contestato ai due imprenditori una simulazione di reato conseguente alla presentazione di una denuncia presso un organo di polizia nella quale veniva falsamente denunciato il furto di attrezzature edili rientranti nel patrimonio aziendale.

Il provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria è stato eseguito nella mattinata odierna.

LABiCi della Felicità venerdì 17 maggio 2018 alle ore 16,00 MAAC di Ceglie Messapica

Nell’ambito del progetto degli “itinerari lenti”, mobilità sostenibile e valorizzazione dei paesaggi agrari di pregio dell’Alto Salento, il GAL e il Comune di Ceglie Messapica, incontrano Ludovica Casellati Autrice del libro LA BiCi della Felicità, edito da Sperling & Kupfer.

La vera protagonista del libro è la bicicletta, che regala emozioni e fa vivere il viaggio, anche il solo semplice andare da un luogo ad un altro, in modo completamente diverso attraverso la scoperta.

L’autrice, da sportiva non agonista, invita il lettore a scoprire la bici, usarla e non abbandonarla mai e offre pillole di ‘ciclosofia’ spicciola che elevano il punto di vista del viaggiatore.

Ludovica Casellati, ha una laurea in legge in tasca e una lunga esperienza da manager nel mondo della tv e della pubblicità quando, nel 2012, improvvisamente decide di lasciarsi tutto alle spalle per dedicarsi a tempo pieno alle sue grandi passioni: la scrittura, i viaggi e la bici.

Nel 2013 fonda il magazine online viagginbici.com, punto di riferimento del cicloturismo e da allora inizia una nuova vita da giornalista su due ruote, arrivando a essere identificata in rete come «Ladybici». Ha ideato e organizza, tra le altre cose, l’Oscar italiano del cicloturismo con Cosmobike Show e l’Urban Award con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci). Nel 2017 lancia Luxurybikehotels.com, il portale dove raggruppa gli hotel che offrono servizi di lusso ai ciclisti. Da settembre 2018 è anche editore di Viaggi del Gusto (vdgmagazine.it), storica testata di turismo ed enogastronomia. Ama pedalare, non correre.

Memorial Day 2019 – Staffetta della memoria tappa anche a Ceglie Messapica

Memorial Day 2019 – Staffetta della memoria 13 – 18 maggio 2019 da Lecce a Monte Sant’Angelo. Tappe a Ceglie Messapica e Ostuni il 14 e 15 maggio 2019.

Farà tappa a Ceglie Messapica e Ostuni la “Staffetta della Memoria” manifestazione organizzata dalla Segreteria Nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia per ricordare tutte le vittime della mafia, del terrorismo e, più in generale, degli uomini e delle donne dello Stato caduti nell’adempimento del proprio dovere, nell’ambito del “Memorial Day 2019”, evento fregiato della Medaglia d’Argento conferita dal Presidente della Repubblica e del patrocinio della Presidenza del Consiglio, ponendosi a pubblica manifestazione della stima nutrita dalla più alta Carica del Paese per lo spirito che anima ciascuno di noi nel ricordare, con forza e sentimento, coloro che hanno donato sé stessi sino all’estremo sacrificio, affinchè ogni membro che si riconosca nella società civile non dimentichi il nobile significato di tale gesto.

Il SAP ha infatti da sempre sottolineato come solo la Memoria del passato, seppur tragico, possa animare quotidianamente in modo retto l’agire del singolo, affinché quanto ciascuno possa compiutamente tradursi nell’osservanza e nel servizio fattivo dell’idea di VERITA’ e GIUSTIZIA: detto principio invero investe ogni giorno chi ha deciso di consegnare la propria esistenza a servizio continuo della collettività, ed ispira il nostro comune “ Cammino della Memoria della Verità e delle Giustizia”, quest’anno giunto alla quarta edizione.

Il 05 maggio, un gruppo di poliziotti, da Piazza San Pietro in Vaticano, al termine della Celebrazione Eucaristica, ha intrapreso, percorrendo a piedi, per oltre 400 km, l’antica Via Francigena per la Terra Santa, per giungere, sui promontori garganici, presso il Santuario di San Michele Arcangelo, sito in Monte Sant’Angelo, protettore dal 1949 della Polizia di Stato.

L’azzurro del SAP, in nome del ricordo, sfreccerà contemporaneamente su due ruote lungo le strade della penisola nella “Staffetta della Memoria”: alcuni ciclisti infatti partiranno all’unisono da Lecce e da molte altre città italiane, e si congiungeranno con i colleghi del cammino a Monte Sant’Angelo il 17 maggio, condividendo insieme in preghiera il ricordo di quanti nobilmente passati.

Il Memorial Day si concluderà ufficialmente il 21 maggio con la deposizione di una Corona d’alloro all’Altare della Patria. Nell’ambito delle iniziative promosse dalla “Staffetta della Memoria” nel il territorio della Regione Puglia, un gruppo di dieci ciclisti giungerà a Ceglie Messapica il 14 maggio alle ore 16,30 circa per una breve commemorazione del Maresciallo del Corpo delle Guardie di P.S. Vittorio MAGGIORE, Medaglia d’Oro al Valor Civile, caduto a Bari il 19 gennaio 1973 per mano criminale nel corso di una sparatoria nel quartiere Poggiofranco, le cui spoglie riposano in detto cimitero.

Subito dopo, gli stessi raggiungeranno e renderanno onore, in Via Angelo PETRACCA, al sacrificio del giovane Carabiniere Angelo PETRACCA, Medaglia d’Oro al Valor Militare, caduto a Ceglie Messapica il 22 gennaio 1990 nelle more di un conflitto a fuoco, nel tentativo di sventare il compimento di una rapina ad una locale filiale di un istituto bancario.

Il giorno 15 maggio alle ore 09,00 la “Staffetta della Memoria” partirà da Ostuni direzione Bisceglie: prima della partenza è prevista una breve commemorazione, presso la Chiesa San Francesco sita in P.zza della Libertà ad Ostuni, alla memoria del Sovr. Capo della Polizia di Stato Marino POMENTALE, in forza al distaccamento della Polizia Stradale di Fasano, Medaglia d’Oro al Valor Civile, caduto il 19 agosto del 2004 mentre era in servizio sulla strada statale 379 , che collega Brindisi a Bari.

Per tali occasioni, osservato l’alto valore e lo spirito che informa l’evento nella sua generalità, oltre che il comune sentimento di ricordo imperituro di quanti ci hanno lasciati anzitempo, è stata richiesta la partecipazione del Sindaco di Ceglie Messapica ed Commissario di Governo di Ostuni, in rappresentanza delle rispettive comunità cittadine, nelle rispettive località, una breve udienza commemorativa degli eventi in parola.

Ceglie Messapica: aggravata la misura cautelare degli arresti domiciliari a 28enne del luogo, va in carcere.

controllo del territorio carabinieri

Ceglie Messapica: aggravata la misura cautelare degli arresti domiciliari a 28enne del luogo, va in carcere.

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno dato esecuzione all’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere nei confronti di M. F., 28enne del luogo, poiché si è reso responsabile di reiterate violazioni del provvedimento applicativo della misura cautelare agli arresti domiciliari, rilevate in più occasioni nel corso dei controlli effettuati dai Carabinieri.

L’uomo, infatti, durante la detenzione in casa è stato sorpreso in più occasioni fuori dalla propria abitazione, senza alcuna autorizzazione. Lo stesso, infatti, già in data 25 aprile u.s. era stato nuovamente posto ai domiciliari a seguito dell’arresto operato, nella flagranza, di un altro medesimo reato di evasione e nella circostanza era stato trovato anche in possesso di una dose di hashish.

Il 2 maggio successivo, invece, i Carabinieri, avevano pedinato l’arrestato che, benché autorizzato a recarsi esclusivamente in Brindisi per un consulto medico, doveva osservare una serie di prescrizioni, ovvero di attenersi agli orari, seguire il percorso più breve e senza soste intermedie per il rientro. Nella circostanza era stato notato accompagnarsi a soggetti con a carico pregiudizi penali; durante il tragitto ha eseguito due soste non consentite, rientrando nella propria abitazione al di fuori dell’orario prescritto dall’Autorità Giudiziaria. Dichiarato in stato di arresto per il nuovo reato di evasione, aveva iniziato a spintonare i militari operanti, rivolgendo nei loro confronti frasi altamente ingiuriose, minacciose e intimidatorie.

Il giovane era stato arrestato la prima volta il 20 gennaio scorso dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, per detenzione al fine di spaccio di stupefacente. I fatti erano accaduti di notte, nell’ambito di un posto di controllo alla circolazione stradale, allorquando i militari dell’aliquota Radiomobile avevano intimato l’alt ad una Opel Agila. Nella circostanza, avevano notato il finestrino posteriore sinistro del veicolo abbassarsi e l’occupante, identificatonell’arrestato, sporgere il braccio e lanciare sul manto stradale un involucro subito repertato dagli operanti, all’interno del quale erano state rinvenute 23 dosi di cocaina, comunemente dette “cipolline” per un peso di 7 grammi e una dose di hashish del peso di 2 grammi.

Le perquisizioni espletate nei rispettivi domicili dei vari occupanti dell’auto avevano portato al rinvenimento di 4 grammi di hashish all’interno della stampante nell’appartamento del conducente l’autovettura, un 19enne di Ceglie Messapica, mentre nell’abitazione dell’arrestato era stato rinvenuto altresì sul tavolo del salone un rotolo di nastro isolante e due bustine in plastica, materiale analogo a quello utilizzato per il confezionamento della cocaina. Lo stupefacente e il materiale rinvenuto era stato sottoposto a sequestro.

Nel corso delle operazioni, , non nuovo a comportamenti minacciosi nei confronti dei militari, appreso del provvedimento di arresto adottato nei suoi confronti, aveva pronunciato una serie di frasi minacciose e oltraggiose all’indirizzo degli operanti e pertanto era stato anche deferito anche per oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale. L’arrestato, nella circostanza, era dunque stato sottoposto agli arresti domiciliari.

A seguito della notifica del provvedimento odierno, l’arrestato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Brindisi come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Associazione Caelium: domani un concerto in omaggiko a Tommaso Traetta

Domani 12 maggio alle ore 20.00, presso il teatro comunale di Ceglie Messapica, l’Associazione Musicale Caelium proporrà il 194° Concerto dalla fondazione con protagonista l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari.

 

Domani 12 maggio alle ore 20.00, presso il teatro comunale di Ceglie Messapica, l’Associazione Musicale Caelium proporrà il 194° Concerto dalla fondazione con protagonista l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari in omaggio a Tommaso Traetta (Bitonto, 1727 – Venezia, 1779),è una produzione del Conservatorio N. Piccinni di Bari in collaborazione con il Traetta Opera festival di Bitonto e con l’Associazione Caelium.

Diretta dal musicista giamaicano Stephen Tucker, l’Orchestra proporrà musiche di T. Traetta e prime esecuzioni assolute ispirate a Tommaso Traetta, composte dai docenti di composizione del Conservatorio N. Piccinni di Bari: Massimo Gianfreda, Biagio Putignano, Davide Remigio.

Stephen Tucker si è formato come organista e pianista, il direttore d’orchestra giamaicano Tucker ha conseguito la laurea presso l’UCLA (master e dottorato) e una laurea in musica presso l’Atlantic Union College. Ha anche ricevuto diplomi in direzione del Conservatorio di musica di Vienna (Austria); l’International Conductors ‘Institute, con Herbert Blomstedt e il Conductor’s Institute della Hartt School of Music (Università del Connecticut).
Negli ultimi 18 anni è stato direttore dell’orchestra dell’Università della California, Irvine. Ad Irvine ha diretto la UCI Symphony; produzioni d’opera e annuali spettacoli di danza. Insegna Conduzione, Orchestrazione e ha insegnato sia Analisi che Elementi di Musica. Dal settembre 2014 al 2018, è stato direttore artistico e musicale della Riverside Lyric Opera nel sud della California, guidando l’Ente in produzioni di Mascagni, Puccini, Menotti, Mozart, Gilbert e Sullivan.
Le esibizioni come direttore ospite lo hanno visto debuttare all’Avery Fisher Concert Hall (Lincoln Center, New York), dove ha diretto le esecuzioni di Choral Fantasy di Beethoven e il Concerto per la mano sinistra di Ravel, oltre alle apparizioni con la Slovak Radio Symphony e la Hungarian National Symphony. Nel 2011 la performance del M° Tucker alla National Concert Hall di Taipei, a Taiwan, è stata il culmine di una residenza di cinque settimane presso la National Taiwan Normal University. Nel marzo 2019, a Taiwan, in veste di direttore e insegnante in due seminari pubblici presso l’Università Nazionale di Tainan. Nel febbraio 2019, Parma/Navona Records ha pubblicato la registrazione di due CD del compositore Richard Thompson’s Chamber Opera, The Mask in the Mirror, eseguito dal Sanaa Opera Project. Per questo progetto, il Maestro Tucker è stato produttore e conduttore, aggiungendo un elenco di registrazioni pubblicate su cui ha ricoperto il ruolo di direttore e orchestratore.
Tra i prossimi impegni del M° Tucker: il 7 giugno 2019, dirigerà la Symphony Orchestra della University of California, Irvine alla premiere mondiale del compositore Jason Barabba Dreams of the Recovery Period, con il duo di clarinetti AdZel all’Irvine Barclay Theater, UCI; il 9 giugno 2019, dirigerà l’UCI Symphony Orchestra, il Symphonic Chorus dell’Università del Kansas e solisti vocali nella prima esecuzione del compositore Bernard Gilmore’s presso il SOKA Performing Arts Center di Aliso Viejo, California.

Lorenzo Elia sarà il prossimo comandante del Comando Provinciale di Pesaro Urbino

Il cegliese, impegnato nel 2015 nelle operazioni di salvataggio della Norman Atlantic, dal 27 maggio sarà il comandante del Comando provinciale dei vigili del Fuoco di Pesaro e Urbino.

Il prossimo 27 maggio l’Ingegnere Lorenzo Elia assumerà il ruolo di comandante del comando provinciale dei vigili del fuoco di Pesaro e Urbino.

Originario di Ceglie Messapica, l’Ingegnere Elia a dicembre ha conseguito il grado di primo dirigente. Elia si è laureato al Politecnico di Torino, dopo aver conseguito il diploma di geometra al Belluzzi di Brindisi. Dal mese di maggio ’99 è al servizio del comando provinciale di Brindisi.

Nel curriculum del neo primo dirigente ci sono una serie di incarichi, tra i quali quello come vice dirigente presso la direzione centrale per l’emergenza e il soccorso tecnico, areo e aeroportuale di Roma, ricoperto nel 2015. E’ stato anche coordinatore regionale dei sommozzatori in Puglia, ha collaborato alle operazioni peritali dopo l’incendio della cappella della Sacra Sindone di Torino nel ’97, ha partecipato al coordinamento delle operazioni di soccorso post terremoto in Umbria e nelle Marche e a quelle per lo spegnimento di incendi a Cipro, in Portogallo e quest’anno anche in Grecia. Nel 2015, inoltre, è stato impegnato nelle operazioni di salvataggio della nave Norman Atlantic.

Popolari oggi