6.2 C
Ceglie Messapica
giovedì 21 Gennaio 2021
Home Blog

Transizione Digitale dei Comuni, l’assessore Laveneziana ha incontrato la Regione

Antonello Laveneziana

Si è tenuto nei giorni scorsi un incontro on line sulla Transizione Digitale dei Comuni, promosso dalla Regione Puglia – Assessorato all’Innovazione.

Già nel mese di dicembre 2020 la nostra città ha aderito al Progetto Regionale “Fondo Innovazione”. Per il momento, per i comuni della nostra fascia di popolazione, sono riservate risorse pari ad € 7.950. Successivamente vi sarà un apposito Bando triennale dedicato alla rete regionale che destinerà ulteriori risorse per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Per il comune di Ceglie Messapica hanno preso parte all’incontro il Responsabile dell’Area Innovazione Ing. Nicola Lopez e l’Assessore alla Smart City Antonello Laveneziana. L’Amministrazione Comunale proseguirà con determinazione nel percorso di innovazione e digitalizzazione della struttura comunale e della città, convinta che si tratti di una importante opportunità per migliorare i servizi per i cittadini e dare, ancor più, una impronta innovativa al nostro Comune.

L’Assessore alla Smart City Antonello Laveneziana.
Il Sindaco Angelo Palmisano.

A Ceglie arriva il centro per l’infazia “Il Grillo Parlante”

Ceglie Messapica dallAlto
Ceglie Messapica dallAlto

A causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 l’evento non potrà essere aperto alla cittadinanza ma sarà possibile seguirlo attraverso la diretta alla pagina Facebook “L’Ala Società Cooperativa Sociale”.

La Società Cooperativa Sociale L’Ala, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica, è lieta di presentare il Centro per l’Infanzia (Ascolto, Informazione, Servizi), nell’ambito del Progetto Eco 2020 per il contrasto alla povertà educativa minorile promosso dall’Impresa Sociale Con i Bambini.

Venerdì 22 Gennaio 2021, alle ore 12:00, presso “Mac 900” in Via San Paolo della Croce a Ceglie Messapica, il presidente della Società Cooperativa Sociale L’Ala Leonardo Sarcinella, alla presenza del Sindaco Angelo Palmisano, dell’Amministrazione Comunale e della Dirigente dei Servizi Sociali Dott.ssa Chiara Faita, presenterà i servizi previsti all’interno del Centro per l’Infanzia “Il Grillo Parlante”.

Prenderanno parte alla Conferenza Stampa due Associazioni di promozione culturale del territorio, Casarmonica e Testa in Giù che presenteranno rispettivamente il laboratorio ludico-ricreativo e il progetto teatrale che saranno realizzati all’interno del Centro per l’Infanzia “Il Grillo Parlante”.

A causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 l’evento non potrà essere aperto alla cittadinanza ma sarà possibile seguirlo attraverso la diretta alla pagina Facebook “L’Ala Società Cooperativa Sociale”.

Trend in calo, il report settimanale dell’ASL Brindisi

Aggiornamento settimanale dei dati sull’emergenza Covid-19 nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl. Alla data del 17 gennaio 2021 in provincia di Brindisi risultano positivi 1.359 soggetti, di cui 707 donne (52%), e 652 uomini (48%) con età mediana di 44 anni.

I fattori di rischio per cui è stato predisposto il tampone sono: “sospetto di caso” 657 (48,3%), “contatto con caso accertato” 562 (41,4%), “screening” 48 casi (3,5%), “rientro da area a rischio” 8 (0,6%) e “soggetto in Rssa” 1 (0,1%). In 83 casi (6,1%) il fattore di rischio non è definito. L’ultimo aggiornamento sullo stato di salute dei positivi attuali descrive 771 (56,7%) soggetti asintomatici, 421 (31%) paucisintomatici, 102 (7,5%) con sintomatologia lieve, 15 (1,1%) con quadro severo, 4 (0,3%) critici e 19 (1,4%) in fase di guarigione. Per 27 soggetti (2%) il dato non è noto.

Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono 698 a Brindisi, 87 a Oria, 84 a Ostuni, 68 a San Vito dei Normanni, 67 a Francavilla Fontana, 65 a Mesagne, 61 a Torre Santa Susanna, 59 a Fasano, 59 a San Pietro Vernotico, 25 a Ceglie Messapica, 17 a Villa Castelli, 15 a San Donaci, 13 a Latiano, 13 a San Pancrazio Salentino, 9 a Carovigno, 6 a Cisternino, 6 a Torchiarolo, 4 a Erchie, 2 a San Michele Salentino, 1 a Cellino San Marco. I Comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Brindisi, Torre Santa Susanna, Villa Castelli, Francavilla Fontana, Oria.

Nel periodo compreso tra il 24 febbraio 2020 e il 17 gennaio 2021 sono stati sottoposti a tampone molecolare per la ricerca di Sars-CoV-2 in totale 68.455 residenti nella provincia di Brindisi, 175,3 soggetti ogni 1.000 residenti. Per 59.428 soggetti sottoposti a test (86,8%) è definito il fattore di rischio per cui è stato predisposto il tampone; si osserva come il test effettuato per “caso sospetto” rappresenti la motivazione di esecuzione del tampone in circa la metà dei casi.

Complessivamente, nel periodo di riferimento, sono stati eseguiti 126.655 tamponi molecolari (in media 1,85 tamponi per soggetto sottoposto a test), pari al 10,4% dei tamponi eseguiti in Puglia. Si osserva nelle ultime settimane un aumento dei tamponi effettuati, con la proporzione di positivi costantemente superiore al 15% da dieci settimane.

Dei 68.455 residenti sottoposti a tampone, 7.962 (11,6%) sono risultati positivi al test, con una incidenza cumulativa stimata pari a 203,9 casi x 10.000 residenti. I positivi comprendono 4.100 donne (51,5%) e 3.862 uomini (48,5%) con età mediana pari a 45 anni. Si osserva negli ultimi tre mesi un assestamento dei valori dell’età mediana compresi tra 42 e 46 anni, con la metà dei casi anagraficamente riconducibili alla fascia produttiva della popolazione. Per 7.373 (92,6%) dei casi accertati è noto il provvedimento adottato, con 6.926 (93,9%) posti in “sorveglianza e isolamento fiduciario” mentre per 447 (6,1%) si è provveduto al “ricovero in isolamento”.

Il tasso di letalità è pari al 2,2%. All’aumentare dell’età si osserva un incremento di tale tasso, mentre nella fascia 0-29 anni non si registrano decessi. Sono 171 i decessi totali: 134 casi tra persone che hanno tra i 70 e 90 anni e più; 20 tra i 60 e 69 anni, 14 casi tra i 50 e i 59, 1 caso tra i 40 e i 49, e 2 nella fascia 30-39.

Si osserva come in ASL Brindisi la curva descriva un nuovo decremento dei casi dopo diversi giorni di crescita, da rivalutare nei prossimi giorni. Si sottolinea che i dati analizzati sono in continua fase di consolidamento e alcune informazioni possono, quindi, risultare incomplete o essere oggetto di modifiche.

Ciclovia AQP, Caroli e Perrini (FdI): strade sterrate, muretti a secco e segnaletica senza manutenzione

Ciclovia AQP, Caroli e Perrini (FdI): strade sterrate, muretti a secco e segnaletica senza manutenzione.

Nota dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Luigi Caroli e Renato Perrini.

“Siamo tutti concordi che la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese rappresenta un itinerario turistico – ma non solo – di grande valore e potenzialità per la Puglia. Quando attraversa la Valle d’Itria chi lo percorre può ammirare paesaggi e luoghi fra i più belli d’Italia e per gli operatori turistici costituisce sicuramente l’opportunità di un importante sviluppo economico. Per questo è necessario che, come per gli altri itinerari, sia costantemente oggetto di manutenzione e che i lavori progettati e appaltati vengano completati: è il caso di Villa Castelli, ma anche di Grottaglie.

“A questo scopo, abbiamo presentato un’interrogazione all’assessore ai trasporti, Anita Maurodinoia (che si allega per quanto è dettagliata, ndr), per conoscere il cronoprogramma delle manutenzioni sul tratto che interessa la Valle d’Itria, considerato che le strade da percorrere sono in pietrisco pressato e quindi necessitano di costanti interventi, specie dopo le piogge torrenziali sempre più frequenti, che mettono a rischio pure i muretti a secco, i quali hanno bisogno di essere ripristinati. Strade sterrate, muretti a secco, ma anche segnaletica rovinata e inesistente, sia orizzontale sia verticale, in modo particolare fra Ceglie Messapica e Martina Franca.

“Infine, risulta che siano i dipendenti ARIF a occuparsi della manutenzione: ma se così fosse, perché non impiegare altro personale sempre dell’ARIF per garantire maggiore e continua manutenzione?”.

Vaccinati senza diritto, Caroli interroga Lopalco

Il consigliere regionale Luigi Caroli interroga l’assessore Lopalco sulle vaccinazioni in provincia di Brindisi.

“Circa 100 brindisini si sono vaccinati contro il Covid pur non avendone diritto in questa prima Fase, vale a dire quella che è partita il 30 dicembre scorso e che in questi giorni vede medici, operatori sanitari, ospiti RSA richiamati per la seconda dose.”

“Non puntiamo il dito contro nessuno, né consideriamo i 100 che hanno beneficiato della somministrazione dei ‘furbetti’, anche perché di fatto qualche operatore sanitario l’ha consentita. Ma non possiamo non chiederci se sia giusto che persone che per disposizioni ministeriali non rientravano in questa prima fascia siano stati vaccinati a discapito di tanti anziani o altre figure professionali decisamente più a rischio.”

“Non andiamo a caccia di colpevoli, ma non possiamo non chiederci – e lo facciamo con un’interrogazione – se ciò che è accaduto a Brindisi è a conoscenza dell’assessore alla sanità, Pierluigi Lopalco, visto che quanto da noi sostenuto è stato ampiamente denunciato anche dalla stampa locale, regionale e nazionale. Da Lopalco vogliamo sapere, inoltre, se esiste presso l’ASL di Brindisi un calendario delle vaccinazioni per la Fase 1 e, nella certezza che esista, come è possibile che non una o dieci dosi, ma bensì un centinaio siano state somministrate a persone non incluse in quell’elenco?”

 

Il Tar dispone il riconteggio delle schede per Tommaso Gioia

L’importante caso che in Puglia ha come protagonista Tommaso Gioia di Ceglie Messapica candidato capo lista nelle scorse elezioni regionali nella lista “Con Emiliano”.

Tommaso Gioia e’ stato rappresentato e difeso dal noto studio Loiodice di Bari, e dallo stesso AldoLoiodice, e dall’avvocato Giovanni Mucci con studio a Ceglie Messapica e Villa Castelli.

Il TAR di Bari ha riconosciuto il ricorso effettuato dal Candidato Consigliere Regionale della lista ” CON EMILIANO”, e ha ritenuto opportuno l’accertamento dei voti validi in tutte le sezioni della provincia di Brindisi.

Nella giornata del 16/01/2021, é stato disposto di riconteggiare le schede elettorali per i voti validi, da effettuarsi entro 60 giorni da parte della Prefettura di Brindisi. Si tornerà dinanzi al Tar per l’udienza di merito il prossimo 8 Luglio.

Nelle ultime elezioni, Il Cegliese Tommaso Gioia non fu proclamato Consigliere Regionale per pochi consensi di distacco, rispetto al Consigliere eletto di Carovigno.

Proloco: un evento online per la “Giornata nazionale del dialetto”

Grazie alla sinergia con le Proloco di Ostuni e San Michele, sarà online un evento che mira a ricordare le nostre origini

Di Mariagrazia Bruno

Il famoso detto cegliese “Sci sciucat annanz casa vost” (andate a giocare nei pressi della vostra abitazione) per questa occasione non deve essere preso assolutamente in considerazione; e siamo sicuri che gli amici di Ostuni e San Michele Salentino saranno d’accordo con noi ma, soprattutto che ci capiranno se parliamo in dialetto, seppur rispetto al loro ci sia qualche variazione di vocale.

Non bisogna fare quello che dice il proverbio poc’anzi citato soprattutto perché, per la Giornata Nazionale dedicata al Dialetto, la “casa” è in comune.

Domenica (17 gennaio) un evento online, che riunisce le tre Proloco di Ceglie, Ostuni e San Michele, sarà dedicato a proverbi, modi di dire, parole, canzoni e poesie tutte rigorosamente in dialetto.

Un’occasione unica che permetterà anche di scoprire come, a distanza di pochi chilometri, lo stesso proverbio o la stessa parola assumano una trascrizione diversa.

Ad oggi il dialetto è sostanzialmente usato in famiglia e nelle situazioni più formali come ad esempio nei dialoghi fra amici oppure per rimarcare un concetto che si sta esprimendo in un discorso fatto in italiano, ovviamente sempre tra amici. Età, istruzione e sesso sono le variabili sociali che inducono una persona a parlare o meno il dialetto. Circa l’80% della popolazione conosce le forme dialettali della propria Città o Regione, e di questa una buona parte lo usa ancora oggi in modo costante.

Cosa molto importante è comunque considerare il dialetto non come qualcosa di denigratorio o poco raffinato, ma piuttosto come una ricchezza da preservare e conservare. D’altronde sarebbe bene ricordare che i nostri nonni, esperti parlatori di dialetto, sono una ricchezza inestimabile. Per farla breve sicuramente loro direbbero:
“Dimmi a ci si figgh ca taddven lavvendur” (dimmi da chi discendi che indovino il tuo futuro).

Per partecipare all’evento basta andare sulla pagina online creata appositamente su facebook:https://fb.me/e/13wM6lKPq

Ospedale di Ceglie, Caroli: “Bene l’intervento della ASL”

“Buone notizie per l’Ospedale di Ceglie Messapica: da qualche giorno sono in corso interventi di messa in messa in sicurezza e lavori di impermeabilizzazione dell’intera struttura.” È quanto dichiara il Consigliere Regionale Luigi Caroli.

“Dopo la caduta di calcinacci avvenuta a fine dicembre scorso, possiamo cominciare a dare risposte concrete e soprattutto garantire l’idoneità della struttura ai pazienti, al personale sanitario, ai fruitori dei servizi, ai residenti delle zone immediatamente prossime e ai passanti. Terminati gli interventi di messa in sicurezza, si procederà con i lavori di ristrutturazione generale, per i quali sono già in fase di completamento i computi metrici necessari agli uffici tecnici dell’ASL per bandire la relativa gara d’appalto.”

“A tal proposito, sento il dovere di ringraziare l’ASL BR e gli Uffici di competenza, per aver accolto la mia richiesta d’intervento, e soprattutto per la celerità con cui sono stati programmati e attuati dei lavori, ormai resi improcrastinabili dallo stato emergenziale dell’edificio. Un complesso ospedaliero con una funzione così essenziale per i servizi poliambulatoriali offerti e per i posti letto post-acuzie che ospita attualmente, non poteva più aspettare. Senza dubbio, di concerto con il Sindaco Angelo Palmisano e tutta l’Amministrazione Comunale, sarà nostra premura controllare e accertarci riguardo allo stato di avanzamento dei lavori.”

“Tuttavia, mi auguro che l’impegno dell’ASL non termini qui. Ad emergenza sanitaria conclusa, sarà opportuno mettersi a lavoro sull’ampliamento e potenziamento del ventaglio di servizi sanitari offerti dal poliambulatorio. Sarò sentinella dell’impegno dell’Azienda Sanitaria e delle Istituzioni Regionali, in modo tale che si possa portare avanti un progetto atto a valorizzare l’Ospedale di Ceglie Messapica e a trasformarlo in un centro nevralgico per la rete ospedaliera della Provincia di Brindisi.”

Il Consigliere Regionale
Luigi Caroli

Lezioni di cucina online con gli Chef stellati

La Ricci e Sookar annunciano due appuntamenti online per tutti gli appassionati della cucina e del buon cibo

Di Mariagrazia Bruno

Dal primo lock-down Antonella Ricci e Vinod Sookar hanno purtroppo spento le luci e i fuochi de “Il fornello da Ricci”, da 29 anni Stella Michelin. Una situazione non facile, una scelta altrettanto difficile che ha rivoluzionato completamente la routine dei Chef cegliesi che però non si sono persi d’animo.

Antonella e Vinod da marzo si sono inventati e reinventati con l’asporto creando un menù appositamente studiato nelle preparazioni e che garantisse al cliente di non perdere la freschezza e il sapore delle pietanze; DPCM permettendo, quest’estate si sono anche dilettati nella preparazione di pranzi e cene su prenotazione in giro per le abitazioni e i trulli della Valle d’Itria.

Da qualche mese Antonella è poi ospite fissa del programma di RaiUno condotto da Antonella Clerici, “E’ quasi mezzogiorno”, programma dove non mancano le “incursioni” di Vinod.

AV Lezionedi di cucina ONLINE rdm 724x1024 1Tra qualche giorno partirà invece una nuova avventura per i due. Il 22 e 29 gennaio, la coppia stellata terrà online delle lezioni di tecnica e cucina. Due appuntamenti dedicati uno al mare e uno all’orto e cucina da seguire comodamente da casa, con taccuino, penna, pentole e mestoli alla mano.

Antonella, com’è nata l’idea di creare un corso di cucina online?
“Siamo abituati a interagire con la gente, e in questo periodo ci manca tutto della ristorazione. Questo corso di cucina è anche un modo per tenerci impegnati”.

-Le lezioni prevedono due giornate, una dedicata al mare ed una all’orto. Sappiamo che non possiamo dare troppe anticipazioni ma ci dici qualcosina?
“Saranno tutte ricette con prodotti del territorio che si possono reperire facilmente e sono tutte replicabili a casa. Potranno partecipare tutti però, da qualsiasi parte del mondo”.

-Sappiamo che dal primo lock-down vi siete reinventati con asporto e preparazioni di piccoli pranzi o cene a domicilio su richiesta. Un lato positivo di questo nuovo modo di vedere la ristorazione?
“La nostra forza è quella di non perderci mai d’animo e non demoralizzarci, nella nostra carriera abbiamo dovuto affrontare tante difficoltà e abbiamo una famiglia da mandare avanti… Andiamo avanti!”.

-Vinod, un augurio per il vostro ristorante e per la ristorazione in generale?
“Apriremo il nostro ristorante quando lo Stato ci garantirà che possiamo, per ora andiamo avanti così, siamo coscienziosi della gravità della pandemia. Auguriamo a tutti di essere prudenti, solo così arriverà il momento in cui possiamo sorridere come prima”.

Per iscriversi e per ricevere maggiori informazioni sulle Lezioni di cucina ecco il link:

https://www.antonellariccivinodsookar.it/lezione-di-cucina/

 

Vaccino anti Covid, proseguono le somministrazioni in provincia di Brindisi

Vaccino anti Covid, proseguono le somministrazioni in provincia di Brindisi.

Completata in provincia di Brindisi la somministrazione della prima dose di vaccino anti Covid per il personale che finora ne ha fatto richiesta: medici, infermieri e operatori sociosanitari degli ospedali di Brindisi, Francavilla Fontana e Ostuni, personale del 118.

Ne dà notizia il direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, che sottolinea il grande lavoro, che non conosce sosta, svolto dal Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl e della Farmacia ospedaliera del Perrino, insieme a tutti gli operatori sanitari che hanno eseguito le vaccinazioni.

Proseguono, inoltre, le vaccinazioni di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta con una partecipazione che finora ha superato il 70 per cento. La somministrazione del vaccino continua anche a operatori e degenti delle residenze assistenziali: Istituto Canonico-Rossini e Sancta Maria Regina Pacis di Fasano, residenza Madre Teresa di Oria e Medihospes di Ostuni.

Dal 18 gennaio in programma la seconda dose del vaccino Pfizer a partire da quanti si sono vaccinati il 27 dicembre.

Articoli Popolari