16 C
Ceglie Messapica
mercoledì 20 20 Novembre19
Home Blog

Ceglie Messapica: in fiamme tre auto nel centro storico

vigili del fuoco

Rogo di dubbia origine nei pressi della chiesa di San Rocco. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri. Danneggiate una Volkswagen Polo, una Opel Corsa e una Fiat Panda.

Un incendio di dubbia origine ha danneggiato tre auto (una Volkswagen Polo, una Opel Corsa e una Fiat Panda) parcheggiate nei pressi della chiesa di San Rocco, nel centro di Ceglie Messapica. Le fiamme si sono sviluppate intorno alle ore 3.30 della scorsa notte (martedì 19 novembre).

L’intestataria di uno dei mezzi, da quanto appreso, si è subito accorta di un principio di incendio sulla parte anteriore dell’auto e un familiare, con un secchio d’acqua, ha spento il rogo, che nel frattempo aveva annerito le carrozzerie delle altre due vetture.

Quando i vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni sono arrivati sul posto, la situazione era già sotto controllo. I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni.  Gli investigatori non hanno rinvenuto tracce di dolo.

Detiene illegalmente in casa 100 cartucce, denunciato.

Detiene illegalmente in casa 100 cartucce, un 71enne del luogo deferito in stato di libertà.

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno deferito in stato di libertà, per detenzione abusiva di armi, un 71enne del luogo.

A seguito di specifico controllo domiciliare, i militari operanti hanno riscontrato la detenzione illegale di 100 cartucce cal. 22, sottoposte a sequestro.

Il Ceglie si arrende nei minuti finali e il Lizzano pareggia, finale 2-2.

Il Ceglie Messapica si arrende nei minuti finali e il Lizzano ne approfitta e pareggia, finale 2-2.

Termina in pareggio la gara esterna del Ceglie Calcio che non va oltre il 2-2 a Lizzano. La gara valevole per la nona giornata del campionato di prima Categoria pugliese girone B, porta un solo punto alla squadra del presidente Piero Elia che attualmente occupa la settima posizione in classifica con dodici punti.

Sul campo battuto di Lizzano si iniziano a vedere le prime difficoltà per i ragazzi di mister Scalone che abituati al sintetico del Comunale Giovanni Stoppa di Ceglie Messapica non riescono ad esprimere le loro migliori giocate anche per colpa anche di un forte vento che si è abbattuto su Lizzano.

Nel primo tempo le squadre si studiano ed entrambe le compagini non trovano la via del gol, termina pertanto a reti inviolate la prima frazione di gioco. Nel secondo tempo la partita diventa più vivace e un fallo in area di rigore ai danni Sowe porta Raffaello a siglare il momentaneo 0-1. Nei minuti successivi arriva il raddoppio dei messapici con Sowe autore di una buona prestazione.

Negli ultimi minuti del match succede di tutto ed il Ceglie subisce gli attacchi dei padroni di casa che trovano due gol, di cui uno nei minuti di recupero. Termina così 2-2 il match  tra il Lizzano e il Ceglie che divide i punti con i tarantini e spreca la possibilità di portare a casa la seconda vittoria consecutiva.

Prossimo impegno ufficiale per i ragazzi del presidente Piero Elia sarà domenica 24 Novembre alle ore 14:30, quando al Giovanni Stoppa di Ceglie Messapica arriva il Don Bosco Manduria.

 

Detiene in casa l’arma intestata alla suocera, lui arrestato, lei denunciata

Carabinieri
Carabinieri

Detiene in casa l’arma intestata alla suocera una revolver marca Weihrauch cal. 38 special e 6 proiettili cal. 38 special, lui arrestato, lei denunciata

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione abusiva di armi, un 50enne del luogo, poiché a seguito di specifico controllo domiciliare, i militari operanti hanno accertato la detenzione abusiva della pistola revolver marca Weihrauch cal. 38 special e 6 proiettili cal. 38 special.

L’arma e il munizionamento sono risultati essere intestati ed in carico alla suocera 60enne del luogo, la quale è stata deferita in stato di liberà, per aver ceduto l’arma senza adempiere alle prescrizioni di legge in materia.

Fabrizio Moro con Figli di Nessuno al Nuovo Teatro Verdi

Dopo i primi due concerti al Palazzo dello Sport di Roma e al Mediolanum Forum di Milano, il Figli di Nessuno tour di Fabrizio Moro da giovedì 7 novembre proseguirà nei teatri di tutta Italia, facendo tappa al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi venerdì 6 dicembre.

Il tour sarà un’occasione unica per vedere dal vivo uno dei cantautori più apprezzati del panorama musicale italiano, capace di emozionare il suo pubblico grazie alle sue parole sempre dirette e alla sincerità con cui ogni volta sale sul palco. Più di due ore di musica, con la travolgente energia di Fabrizio, sorprese speciali e una scaletta che spazierà dai più grandi successi del cantautore ai brani contenuti nel suo ultimo disco di inediti, Figli di Nessuno.

Sul palco insieme a Fabrizio Moro ci saranno: Claudio Junior Bielli (pianoforte, tastiere e programmazioni), Roberto Maccaroni (chitarra e cori), Davide Gobello (chitarra), Alessandro Inolti (batteria), Andrea Ra (basso e cori) e Vincenzo Meloccaro (sax). È online il video di Per me, il nuovo singolo di Fabrizio Moro, estratto dall’album che dà il titolo al tour. Il video, visibile sul canale YouTube ufficiale dell’artista, celebra la carriera dell’artista dai primi live fino ai giorni nostri. Girato nel Dream Cinema – Fornaci Cinema Village di Frosinone, il video vede la regia e produzione di Trilathera e la sceneggiatura dello stesso Fabrizio Moro e Trilathera. Per me ha il linguaggio diretto e senza filtri che contraddistingue il cantautore, che ancora una volta torna a far emozionare e riflettere, grazie alla capacità di parlare alle persone colpendo non solo il cuore, ma anche la mente.

L’album Figli di Nessuno (Sony Music Italy) è il decimo disco di inediti dell’artista (disponibile in versioni CD, digitale e vinile), arrivato a due anni di distanza da Pace. I biglietti per la data di Brindisi, prodotto da Friends&Partners e organizzato da M&P Company in collaborazione con New Music Promotion, sono disponibili su www.ticketone.it e nei punti di prevendita abituali.

Informazioni
E-mail: info@newmusicpromotion.it; Telefono / Whatsapp: (39) 0831 1980411.

L’On. Nicola Ciracì ha incontrato la commissaria del comune di Ceglie Messapica

On. Nicola Ciracì 2
On. Nicola Ciracì 2

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dell’On. Nicola Ciracì sull’incontro con il Commissario Prefettizio dott.ssa Cicoria.

Ho sentito il dovere di incontrare la Commissaria Prefettizia del nostro comune Dr.ssa Cicoria, che ringrazio per la disponibilità, al fine di un confronto sui vari problemi della macchina amministrativa, della situazione finanziaria e dei servizi al cittadino che se non risolti o almeno attenuati rischiano di rappresentare un grosso handicap per la futura amministrazione.

Nell’occasione ho anche salutato e ringraziato il segretario generale Ruggero per il lavoro svolto in questi anni (che a onor del vero non sempre ho condiviso) visto che lo stesso a giorni lascerà definitivamente la sede di Ceglie Messapica.

Sono particolarmente soddisfatto del colloquio visto le rassicurazioni avute relativamente a:
– il cofinanziamento nel prossimo triennale delle OOPP di interventi per la manutenzione e la messa in sicurezza delle nostre scuole con somme superiori al milione di euro malgrado l’appesantimento del bilancio comunale dovuto alla stipula di mutui.
– alla programmazione di interventi tesi a rispettare le norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, ampliamenti disattesi dalla precedente amministrazione malgrado specifiche richieste di interventi fatte dal Responsable per la sicurezza;
-alla celerità nella nomina della nuova commissione paesaggistica;
-all’impegno assunto circa l’aggiornamento della pagina “ Controlli e Rilievi “relative alle note ANAC e Corte dei Conti ferma al 2017 in aperta violazione delle norme.

Ho condiviso inoltre la scelta del Commissario di voler procedere con immediatezza alla nomina di un nuovo Segretario Generale, elemento indispensabile per la non più rinviabile ristrutturazione di una macchina comunale ridotta allo stremo, oltre alla volontà di procedere dopo l’approvazione del fabbisogno del personale a nuovi concorsi per ridare forza alla struttura burocratica individuando figure strategiche per rendere un comune efficiente e moderno.

Relativamente al bilancio ho evidenziato la possibilità della riduzione dei costi di alcuni servizi a domanda individuale ad iniziare dalla retta per l’asilo nido dal 68%al 50%, come sostegno alle giovani famiglie. Ho apprezzato inoltre la visione del Commissario circa il futuro servizio di raccolta dei rifiuti vista la necessità per Ceglie di abbandonare il ruolo di “maglia nera” dell’intero ARO ,a cui è’ stato relegato per anni ,vista la incapacità dell’amministrazione precedente.

Ho inoltre richiesto come consigliere d’amministrazione del Conservatorio Tito Schipa che il comune ceda i locali di sua proprietà ex Informagiovani al Conservatorio per poter realizzare una biblioteca musicale visto un finanziamento MIUR di 800.000 euro ottenuto con la mia attività parlamentare e finalizzato alla sede della nostra città, dormiente nelle casse del Conservatorio da anni.

La gestione commissariale deve essere vista come una opportunità per ridurre la spesa corrente, ristrutturare la pianta organica fuori dalle logiche clientelari, riequilibrare il bilancio, effettuare concorsi e fare gare ( ad esempio il verde pubblico )con la massima trasparenza e ritengo che sia un dovere di forze politiche, associazione e cittadini quello di offrire collaborazione e sostegno sino alla elezione del nuovo Sindaco che grazie alle scelte di buon senso che si potranno fare in questi mesi ,senza condizionamenti elettorali, avrà la possibilità di insediarsi in un clima libero da padronati, con un bilancio veritiero e una struttura burocratica riorganizzata secondo i principi della buona amministrazione. Chi sostiene il contrario ed alimenta teorie del “si stava meglio quando si stava peggio“ è semplicemente in astinenza da potere.

On. Nicola Ciraci’

Fiat Punto si incendia in pieno centro a Ceglie. Intervengono i vigli del fuoco.

Fiat Punto si incendia in pieno centro, autocombustione il principio che ha causato l’incendio.

Una Fiat punto vecchio tipo parcheggiata in via Martina nei pressi di un bar. Le fiamme si sono sviluppate dal cofano motore.

Sul posto Polizia locale, carabinieri e vigili del fuoco. L’incendio è stato domato subito e l’auto rimossa. Si sta ripulendo la strada dai detriti. Indagano i carabinieri ma credo sia da addebitare ad un malfunzionamento o corto circuito. La vecchia punto è a benzina

Al “Fornello da Ricci” brilla la Stella Michelin anche nella Guida 2020

Antonella Ricci e Vinod Sookar di Ceglie Messapica confermano la Stella Michelin anche per la Guida 2020.

Da 10 a 12 i ristoranti stellati della Puglia, questo il responso alla conclusione della manifestazione di presentazione della Guida 2020, a Piacenza. Ai dieci dell’anno scorso, la Guida Michelin ha aggiunto due nuovi locali, Memorie di Felice Lo Basso a Trani e Casamatta Vinilia wine resort, con Pietro Penna, a Manduria, confermando la stella a Bacco di Barletta, Umami di Andria, Quintessenza di Trani, Pasha di Conversano, Angelo Sabatelli di Putignano, Due Camini di Savelletri, Cielo di Ostuni, Già sotto l’Arco di Carovigno, Antonella Ricci-Vinod Sookar di Ceglie Messapica, Bros’ di Lecce.

Ed è una delle poche regioni dove non c’è stata entrata-uscita di locali, confermando la solidità dell’offerta gastronomica pugliese. Tant’è che i due nuovi locali stellati sono stati premiati per la loro bravura nell’utilizzare e valorizzare le produzioni locali. Lo Basso (ormai un veterano perché ha già una stella al ristorante di Milano) sia nella preparazione dei piatti semplici che in quelli più innovativi e Penna, che rientrato in «patria», a Manduria, rende omaggio alla sua terra in virtù di una cucina che attinge ai prodotti locali, addirittura coltivati nell’orto di proprietà.

A quanto pare, gli ispettori della Guida Michelin, sono stati affascinati dai cuochi che sanno sfruttare quello che offre il territorio. E, quindi, la Puglia può ambire a maggiore considerazione da parte delle guide se i suoi chef hanno la consapevolezza delle potenzialità delle materie prime locali. Se vogliamo essere puntigliosi, dobbiamo dire che ci sono anche locali pugliesi con due stelle, e confermate, ma ubicati a Milano. E, cioè, Seta dell’Hotel Mandarin che, secondo voci ben accreditati, il suo chef, Antonio Guida, originario di Tricase, fino all’ultimo era quello destinato ad essere il primo locale tristellato di Milano, dopo una lunga assenza del massimo riconoscimento della mitica rossa. E, poi, c’è Fabio Pisani, di Molfetta, chef de Il Luogo Aimo e Nadia, altro bistellato milanese. A loro, fa da corona Felice Lo Basso, col primo locale stellato della famosa galleria meneghina.

Oltre al capoluogo lombardo c’è Mario Porcelli di Molfetta, all’Alpenroyal Gourmet di Selva Val Gardena, Cristina Bowermann, di Cerignola, alla romana Glass Hostaria e Antonia Glukmann (nonni materni originari di Molfetta, città di cuochi stellati) a L’Argine a Vencò di Dolegna del Collio, Friuli.

Denuncia il furto di un fucile e viene trovato in possesso di due armi detenute illegalmente

I Carabinieri di Ceglie Messapica, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un 59enne del luogo, per detenzione abusiva di due fucili.

Gli accertamenti sono scaturiti a seguito della denuncia di furto presentata dall’uomo, il quale ha riferito che ignoti gli hanno sottratto un fucile Beretta Cal. 12, dopo essersi introdotti nel suo appartamento con le chiavi smarrite precedentemente.

Nel corso del sopralluogo i Carabinieri hanno rinvenuto in casa dell’uomo altri due fucili, di cui uno appartenuto al defunto padre deceduto diversi anni orsono e l’altro di sua proprietà, per il quale sebbene avesse mutato il luogo di detenzione, non aveva provveduto alla ripetizione della denuncia.

Le armi sono state sottoposte a sequestro.

Sospetta overdose, trovato senza vita un 33enne

polizia
polizia

L’uomo è stato trovato senza vita in un’abitazione del Rione Paradiso a Brindisi.

Nella tarda serata di ieri un uomo di 33 anni è stato ritrovato senza vita sul pavimento di un appartamento del Rione Paradiso di Brindisi.

A chiedere l’intervento del personale del 118 è stata un’amica dell’uomo, interrogata poi dagli investigatori con la speranza che possa fornire dettagli utili alla ricostruzione delle ultime ore di vita del giovane.

Si sospetta che la causa del decesso sia una una possibile overdose.
Per questo è stata disposto da parte del pubblico ministero di turno, Giovanni Matino, l’esame autoptico.
L’autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore accerterà la causa del decesso del giovane cegliese.

Articoli Popolari