Pubblicità

Così il presidente dell’ AEDE: “Capacità di stare insieme non “contro” ma “con” e “per”, vivendo con gioia ciò che si fa e scoprendo la bellezza anche dove non riusciamo a vederla”

Ecco il testo della lettera:

“Cari Colleghi ed Amici, spero che questo messaggio augurale per il Natale e per il Nuovo Anno vi trovi tutti nelle migliori condizioni di salute e di spirito. Stiamo vivendo un momento molto difficile, in tutta l’Europa e nel mondo, a causa del Covid-19. L’augurio più bello che possiamo scambiarci in questa situazione è, certamente, che il Natale possa rappresentare, quest’anno, il momento della decrescita della pandemia e l’inizio della ripresa. Ce lo auguriamo tutti.

Da parte mia il messaggio che sento di dover trasmettere, in un momento in cui prendiamo sempre più contezza della nostra fragilità, è un messaggio di Amore, di Amore inteso come capacità di stare insieme, in momenti non sprecati ma valorizzati e donati. Capacità di stare insieme non “contro” ma “con” e “per”, vivendo con gioia ciò che si fa e scoprendo la bellezza anche dove non riusciamo a vederla. Promuoviamo e mettiamo al centro i valori universali della pace, dell’accoglienza e della fratellanza.
Muovendo da queste considerazioni rivolgo a tutti l’augurio di vivere il periodo che sta per iniziare con spirito di armonia e con uno stato d’animo che, nel rispetto delle idee e della storia di ciascuno, sia foriero di felicità.

L’auspicio è che il Natale sia un momento felice, piacevole, dedicato al perdono e che l’anno nuovo, il 2021, pur con tutte le difficoltà da affrontare, possa essere vissuto con ottimismo, con coraggio e tenacia e che, alla fine, riservi a tutti meritate grandi soddisfazioni”.