Pubblicità

La città di Ceglie Messapica piange l’ing. Lopez, ecco la lettera dell’assessore Laveneziana

Ciao Ingegnere Nicola Lopez, oggi è un giorno triste per la nostra città e per tutti coloro che hanno avuto la fortuna ed il piacere di conoscerti.

La tua prematura scomparsa ci lascia attoniti, senza parole.
Caro ingegnere, abbiamo cominciato insieme nella primavera del 2016 ad occuparci di ambiente nel nostro Comune, tu da neo dipendente comunale e Responsabile della IV Area (dopo la tua lunga esperienza in Regione ed altri enti) ed io fresco di nomina da assessore.

Sei stato un lavoratore instancabile, un esempio importante ed una guida sicura per me che mi avvicinavo per la prima volta ad un settore molto delicato come quello dell’ambiente.

Ti avevo già conosciuto per il tuo impegno come Responsabile dell’ufficio di Piano per il Pug che si stava realizzando in quel periodo. Ed il tuo lavoro di professionista competente, attento e scrupoloso è stato essenziale per dare finalmente, dopo 50 anni, il Piano Urbanistico Generale alla nostra città.

Durante gli anni come responsabile del settore Ambiente, tra le altre cose, hai ottenuto diversi finanziamenti, hai curato l’installazione delle isole ecologiche digitali, hai coordinato con capacità tutti i servizi ambientali, hai guidato con saggezza l’Aro rifiuti come Responsabile Unico nel particolare momento della realizzazione di un nuovo progetto di servizio per la nuova gara.

Sei stato un valido professionista, ma soprattutto una persona perbene. Hai fatto tanto per Ceglie Messapica che hai scelto come luogo dove vivere e costruire una famiglia. Stesera voglio ricordati con semplicità, con una foto di un momento di attività, quando presentavamo alla città, insieme all’allora Sindaco Caroli, il nuovo servizio porta a porta per la frazione vetro-metalli.

Hai lavorato fino all’ultimo, fino a quando le forze te lo hanno consentito. E quando nei prossimi mesi alcuni dei monumenti della nostra città avranno una più bella illuminazione artistica, quando gli alunni di tutte le scuole di competenza comunale riceveranno le borracce in tritan per il progetto “Ceglie Plastic Free” non potremo non ricordati con un sorriso pieno di gratitudine.

Grazie caro ingegnere, oggi non ti piange solo la tua famiglia, tua moglie Brigida e la tua piccola Camilla.

Ti piange l’intera struttura comunale,
ti piangono i tuoi più stretti collaboratori,
ti piange il Sindaco Angelo Palmisano che perde un valido collaboratore, ti piango e ti rimpiango io che, ogni giorno, facevo tesoro della tua esperienza e della tua competenza. Sapevo di essere tranquillo e in buone mani.
E alla fine di questa triste giornata posso dirti solo : grazie di tutto, mi mancherai.

Antonello