vaccinazioni anti-covid

“Come diceva qualcuno: i numeri sono numeri, ma è evidente che la somma non sempre fa il totale. Senza nessuna vena di polemica, ma da brindisino leggere tutto l’entusiasmo che il presidente Michele Emiliano esprime oggi su Facebook ‘Siamo la prima regione italiana per capacità vaccinale’ decisamente stona con l’ultimo report della ASL di Brindisi: dal 27 dicembre (primo giorno per le vaccinazioni in Italia) a giovedì scorso 15 aprile nella nostra provincia meno di 60mila brindisini avevano ricevuto la prima dose e la seconda meno di 20mila.”

“Ci sono stati giorni nei quali gli hub e i centri vaccinali sono rimasti chiusi senza che Emiliano sentisse il bisogno di chiedere scusa per i disagi di tanti anziani ai quali non veniva neppure detto perché le porte erano chiuse. E temo che, ci potranno essere giorni a venire, quando dovremo partire con le seconde dosi del vaccino Astrazeneca (ora Vaxzevria), in cui c’è la concreta possibilità di non esser davvero in grado di organizzarsi nel modo migliore.”

“Infine, mi piacerebbe che il presidente Emiliano così pronto a dirsi oggi ‘quanto sono bravo’, e a riversare sugli altri le colpe quando le cose vanno male, ricordasse che molti centri vaccinali sono organizzati e funzionano grazie alle Amministrazioni comunali che stanno lavorando – senza neppure farsi troppa pubblicità social – nel silenzio. Emiliano ringrazi almeno i tanti sindaci che si stanno adoperando in queste ore! Il merito non è solo suo… semmai ci fosse.”