Denunciati con l’accusa di intervento edilizio in assenza di autorizzazione paesaggistica valida i proprietari dell’immobile e il direttore dei lavori.

CEGLIE MESSAPICA – I Militari della stazione forestale di Ceglie Messapica, costantemente impegnati anche nei controlli sulle violazioni alle normative edilizio-urbanistiche, hanno denunciato due persone per intervento edilizio in assenza di autorizzazione paesaggistica valida. I due sono responsabili della costruzione di una piscina (di metri 4×10), di un piazzale ed un muro di contenimento, a servizio di una residenza in campagna, con un’autorizzazione paesaggistica incompleta ed inefficace.

Era stata prodotta dietro falsa attestazione del tecnico di non sussistenza di vincoli di competenza dell’Autorità di Bacino (nello specifico l’assoggettamento alla Zona di Protezione Speciale Idrogeologica del Piano per l’Assetto Idrogeologico). I denunciati sono il tecnico, così come il proprietario degli immobili, siti in contrada Circiello fra le colline di Ceglie.

Al tecnico e direttore dei lavori è stato anche contestato il reato di cui all’ art. 19, comma 6, della Legge n. 241 del 1990, per dichiarazione di falso nella relazione asseverata a corredo della segnalazione certificata di inizio attività.