Mostra fotografica internazionale “24 scatti bike: l’uomo e la bicicletta”

Volantino Spazio Conad Mesagne

Sbarca al MAAC, il Museo Archeologico e di Arte Contemporanea di Ceglie Messapica la Mostra fotografica internazionale “24 Scatti Bike: L’uomo e la Bicicletta”.

In mostra, dal 9 settembre al 2 ottobre, le fotografie vincitrici dell’undicesima edizione del concorso dedicato al rapporto che lega l’uomo alla bicicletta. Si tratta di un vero e proprio racconto per immagini attraverso lo sguardo speciale di artisti che risiedono in quasi tutti i continenti del Mondo. Antoaneta Obretenova (Bulgaria), Anurag Choudhury (India), Attilio Tripodi (Italia), Buzdugan Mihai Codrin (Romania), Dipak Ray (India), Enamul Kabir (India), Gerasimenko Alexey Alexandrovich (Bielorussia), Giovanni Moglia (Italia), Hezy Holzman (Israele), Ivan Tsupka (Ucraine), João Coutinho (Portogallo), Joe Flood (Usa), Josef Hinterleitner (Austria), Liza Zats (Russia), Marina Zharkova (Russia), Marko Radovanovic (Canada), Mikhail Shirokov (Russia), Morteza Heidarian (Iran), Riccardo Maffioli (Italia), Sandi Bertoncelj (Slovenia), Seyed Mohammad Tabrizi (Iran), Shridarshan Shukla (India), Syed Mahabubul Kader (Bangladesh), Trevor Clarke (Usa).

Il progetto espositivo, organizzato dall’Associazione culturale Aeneis 2000, è patrocinato da Regione Puglia e Comune di Ceglie Messapica. All’inaugurazione di venerdì, prevista per le ore 19,00, interverranno: Antonello Laveneziana, Assessore alla Mobilità Sostenibile del Comune di Ceglie Messapica; Tommaso Depalma, Presidente del Consorzio Puglia Bici e Futuro, referente FCI per la Bikeconomy nel Centro Sud Italia; Pietro Stoppa, Presidente GSC “Orazio Lorusso”, organizzatore “Coppa Messapica”; Fulvio Morgese, Presidente ASD Bari Motivation Bike e il curatore della mostra Vincenzo De Leonardis. In contemporanea sarà possibile ammirare le biciclette custom del progetto “LaToroti” ideate e realizzate dall’artigiano-designer Vincenzo Lecce.

Orari apertura e visite: dal lunedì alla domenica dalle 17.30 alle ore 20.30 con ingresso gratuito.

“Guardiamo con molto piacere e consapevolezza a iniziative come questa mostra perché servono a dare sostanza a un piano strategico molto articolato che vuole creare sempre più attrazione turistica attraverso la bicicletta che oggi rappresenta non solo un mezzo meccanico ma sopratutto un momento di condivisione di momenti speciali, di amicizia e sopratutto di valori. La bicicletta rappresenta la tradizione, il mezzo più antico e per certi versi più innovativo che l’essere umano ha avuto al suo fianco. Per questo è importante, anche attraverso il richiamo della memoria, fissare momenti puntuali e far valere quello che il mondo della bicicletta può fare girare intorno ad essa”. – Tommaso Depalma

“Abbiamo voluto collaborare a questo evento perché con la nostra associazione ci occupiamo di diffondere il più possibile l’utilizzo della bicicletta e con questa mostra vogliamo creare un contenuto storico e culturale che valorizzi ciò è stato fatto in bicicletta negli anni passati e che sensibilizzi all’utilizzo della bicicletta. Oggi questo mezzo può diventare la soluzione a tanti problemi, non solo dal punto di vista economico ma anche sociale, per non parlare dell’aspetto ambientale. Abbiamo voluto contribuire alla realizzazione di questa mostra fotografica internazionale di 24 scatti proveniente da nazioni diversa, perché rappresenta anche un’occasione speciale per spiegare come anche la bicicletta può essere uno strumento di pace e di unione”. – Fulvio Morgese

“La presenza a Ceglie Messapica della Mostra fotografica ‘24 Scatti Bike: L’uomo e la Bicicletta’ si inserisce tra le iniziativa della città di Ceglie Messapica per la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile e si inaugura alla vigilia del 70^ anniversario della Coppa Messapica, la classica del ciclismo Under 23 – Élite. L’iniziativa vuole anche essere una tappa fondamentale del percorso intrapreso dall’Amministrazione Comunale per la promozione della mobilità sostenibile e dell’utilizzo della bicicletta. Il nostro impegno è convinto e costante e completamente mirato a rendere Ceglie Messapica una città Bike Friendly”. – Antonello Laveneziana.

Fonte