Un 72enne, già agli arresti domiciliari, è stato arrestato perché sorpreso in casa con arma clandestina nonché alterata, e cinque cartucce abusivamente detenute. Deferito anche per furto di energia elettrica.

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno tratto in arresto in flagranza di reato T. R , 72enne del posto, per detenzione abusiva di arma clandestina alterata, munizionamento comune da sparo e furto di energia elettrica con violenza sulle cose.

L’uomo era stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di un telecomando per l’attivazione e disattivazione abusiva all’impianto di energia elettrica dalla rete pubblica, che teneva in tasca.

Nel corso dell’espletamento dell’atto di polizia giudiziaria gli sono state rinvenute cinque cartucce calibro 36 tenute nella tasca destra dei pantaloni, nonché un fucile con matricola abrasa, occultato all’interno di un’autovettura di sua proprietà parcheggiata all’interno del garage di pertinenza dell’abitazione, il tutto sottoposto a sequestro.
Nella circostanza sono stati attivati i tecnici della società erogatrice l’energia elettrica, che dopo aver distaccato l’allaccio abusivo, hanno provveduto a mettere in sicurezza l’impianto. Dai successivi accertamenti è emerso che nell’abitazione la regolare fornitura di energia elettrica era cessata dal giugno 2017.

Dopo le formalità di rito l’uomo su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, è stato associato presso la Casa Circondariale di Brindisi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...