Il corpo della donna è stato trovato sul balconcino dell’appartamento. Tutto è in fase di ricostruzione, a partire dalla posizione del marito.

Sono di due cittadini rumeni i cadaveri rivenuti in una abitazione del centro storico di Ceglie Messapica in tarda mattinata (via Votano, a due passi da piazza Plebiscito). Si tratterebbe di una donna, seguita dalla Caritas locale, e di un amico di famiglia.

Il marito della donna, anch’egli di nazionalità rumena, è stato prelevato dal luogo dove si era recato al lavoro dai Carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, che stanno indagando assieme ai militari della stazione cittadina dell’Arma. La morte sarebbe dovuta a ferite da arma da taglio.

L’uomo era solito sostare in casa della coppia di connazionali quando tornava a Ceglie Messapica dalla Sicilia, dove faceva il pastore. Si ipotizza che tra le due vittime vi potesse essere una relazione sentimentale, che avrebbe provocato il tragico epilogo di questa mattina, cui forse ha partecipato proprio il marito della vittima.

Un vicino di casa avrebbe riferito di urla e di un litigio provenienti dall’abitazione. Il corpo della donna è stato trovato sul balconcino dell’appartamento. Tutto è in fase di ricostruzione, a partire dalla posizione del marito.

Seguono aggiornamenti

TI RACCOMANDIAMO