L’Associazione Rigenera, in merito alla questione contagi da Covid19, chiede agli organi preposti maggiore chiarezza sugli effettivi numeri di contagio

L’Associazione Rigenera con una mail indirizzata al Prefetto di Brindisi, al Ministro della Salute, al Presidente della Regione Puglia, al Presidente della Commissione Regionale della Sanità, al Direttore dell’Asl di Brindisi, al Commissario Prefettizio di Ceglie Messapica, Al Consigliere Regionale Amati, al Consigliere Regionale Vizzino e al Consigliere Regionale Bozzetti

chiede affinchè i concittadini cegliesi siano rassicurati su quanto sta accadendo all’interno e all’esterno del San Raffaele e affinchè a tutti sia garantita in un momento così difficile, la salvaguardia della propria salute evitando drasticamente ogni eventuale possibile contagio:

1. Se all’interno della struttura del SAN RAFFAELE nel frattempo, vi siano stati altri contagi da Covid 19 sia tra i dipendenti che tra i pazienti, naturalmente siano essi residenti nel nostro Comune o fuori dallo stesso.

2. Se le autorità preposte ritengono che, con rapidità e rigore, sia necessario adottare le dovute precauzioni, utili a monitorare lo stato di salute di tutte quelle persone che frequentano la sede di Ceglie Messapica della Fondazione San Raffaele.

3. Nello specifico che i medici, gli infermieri, gli operatori OSS, tutti i dipendenti, i pazienti, i fornitori di servizi di pulizia e chiunque possa aver avuto contatti con la struttura ospedaliera, siano sottoposti a tampone per poter monitorare la situazione e prendere le dovute precauzioni in caso di positività.

 

TI RACCOMANDIAMO