I trentaquattro pacchi sono stati distribuiti e donati alle Caritas delle Parrocchie di San Lorenzo e della Chiesa Madre.

L’associazione della Comunità di Ceglie Messapica Onlus ha donato  oggi alle Caritas ben 34 pacchi alimentari per un valore complessivo di Euro 1.360,00, per le esigenze di altrettante famiglie assistite dalle Caritas parrocchiali.

I 34 pacchi sono stati distribuiti tra  le parrocchie di S. Lorenzo, con 16 pacchi, e la parrocchia della Chiesa Madre, con 18 pacchi alimentari. Ogni pacco, del valore commerciale superiore ai 40 euro, contiene latte, zucchero, passata di pomodoro, tonno, biscotti, pasta, riso, legumi in scatola, farina, olio, nutella, saponi e merendine; queste ultime sono state offerte dal fornitore dell’Associazione (supermercati A&O di Ceglie Messapica)

La nostra iniziativa, partita prima della lodevole iniziativa della Spesa Solidale e
dell’altrettanto lodevole iniziativa del Governo di occuparsi dei più bisognosi, ha potuto
colmare un vuoto che nelle more dei vari provvedimenti si era creato e, grazie alla possibilità di operare senza troppe pastoie burocratiche, abbiamo potuto portare a termine il service in tempi rapidissimi- fanno sapere dall’Associazione.

Permetteteci di ricordare, con un pizzico di orgoglio, che i 1.360,00 euro utilizzati per
l’acquisto dei pacchi alimentari, come tutte le risorse utilizzate nei diversi services realizzati
a favore dei soggetti svantaggiati, sono risorse raccolte grazie al 5 per mille, risorse che, senza la nostra associazione, non sarebbero arrivate nella nostra comunità.
L’associazione è sempre aperta a suggerimenti e a segnalazioni di situazioni di
emergenza e di bisogno, da parte di tutti, non soltanto delle associazioni operanti sul nostro territorio. Vi ricordiamo, quindi, che potete trasformare il vostro 5 per mille in un gesto d’amore per la nostra Ceglie, destinandolo all’Associazione della Comunità di Ceglie Messapica Onlus. Noi trasformeremo il vostro gesto d’amore in cose concrete, come le 8 panche per i bambini donate lo scorso anno, oppure i pacchi alimentari donati oggi.

Ecco tre buoni motivi per farlo:
1) Perché sceglierai di devolvere una parte delle tue imposte al miglioramento della qualità di vita della tua Ceglie
2) La donazione del 5 per mille non ti costa nulla e non è in conflitto con la scelta dell’8 per mille da destinare alla chiesa cattolica o alla propria confessione religiosa, ma si aggiunge;
3) La mancata donazione (cosa che fino ad oggi ha fatto mediamente il 50% dei contribuenti) comporta la perdita di tali risorse per la nostra Ceglie. Come fare: è semplice basta apporre la firma e scrivere il codice fiscale dell’associazione 90045850741 nel riquadro destinato al sostegno del volontariato della propria dichiarazione dei redditi”.

POTRESTI ESSERTI PERSO...