Carabinieri

Dopo l’arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, disposta la custodia cautelare in carcere.

A Brindisi, presso la Casa Circondariale, i Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno eseguito l’ordinanza di aggravamento e sostituzione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Brindisi, nei confronti di M.F.P., 29enne di Ceglie Messapica, in atto detenuto per altra causa.

Il provvedimento è scaturito dalla richiesta avanzata dal reparto operante a seguito dell’aggressione patita lo scorso 21 agosto, quando l’uomo è stato arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

In quella circostanza, i militari operanti, nel corso di un servizio per il rispetto dei protocolli volti alla prevenzione della diffusione del virus COVID19, avevano notato il 29enne sostare sulla pubblica via, intento a interloquire con un secondo soggetto, entrambi già noti per i loro trascorsi giudiziari.

Una volta raggiunto dai Carabinieri, il M. è andato in escandescenze, colpendo uno dei militari con un pugno al volto.

TI RACCOMANDIAMO