Ceglie Messapica diventa “Plastic Free” lo comunica l’assessore Laveneziana.

Al termine della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” 2020 (EWWR) la Giunta Comunale, ottemperando a quando proposto nel programma elettorale, ha approvato una delibera di indirizzo (n.19 del 27/11/2020) contenente numerose azioni concrete per rendere la città di Ceglie Messapica “Plastic Free”, al fine di eliminare progressivamente l’utilizzo della plastica monouso e ridurre la produzione dei rifiuti.

Con tale atto l’Amministrazione Comunale intende fare proprie le disposizioni e le diverse indicazioni dell’UE e del Ministero dell’Ambiente che riducono drasticamente o vietano del tutto l’utilizzo di materiale plastico.

Tra le diverse disposizioni si prevede : di predisporre ogni azione necessaria affinché negli edifici comunali, negli istituiti scolastici vengano gradualmente eliminati tutti gli articoli di plastica monouso, anche quelli legati alla vendita mezzo distributori automatici, e l’eliminazione progressiva della plastica monouso da tutti i servizi, inclusa la mensa scolastica; di ridurre l’uso di prodotti “usa e getta” quali stoviglie in plastica e bicchieri in tutte le iniziative patrocinate dall’amministrazione comunale e conseguentemente si potrà godere del Patrocinio del Comune di Ceglie Messapica nelle manifestazioni “plastic free” che non faranno uso di stoviglie usa e getta in materiale plastico;

di incentivare l’utilizzo dell’acqua pubblica attraverso il ricorso a strumenti alternativi alle bottiglie di plastica;

di attuare modalità di sensibilizzazione nelle grandi catene di distribuzione, bar, caffetterie, pub e in tutti gli esercizi commerciali, inclusi gli operatori del commercio su aree pubbliche, sia in sede fissa, sia in forma itinerante, per eliminare l’uso delle vaschette di plastica usa e getta e mettere in atto un programma per bandire l’uso in città, a favore di “packing” biodegradabili, magari prevedendo un adesivo/cartello in cui il Comune certifichi che l’esercizio in questione non utilizza plastica usa e getta.

In particolare si interverrà con diverse misure finalizzate a :

– Eliminare progressivamente dai distributori automatici degli edifici comunali e delle scuole primarie e secondarie di primo grado le bottiglie di plastica e sostituire nei distributori di bevande calde i bicchieri di plastica con quelli di carta o biodegradabili e le paline di plastica per lo zucchero con quelle di legno o biodegradabili;

– Istallare negli edifici comunali e nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado erogatori di acqua naturale;

– Distribuire progressivamente e gratuitamente ai dipendenti comunali e a tutti gli alunni delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie e a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo grado borracce in alluminio o in tritan;

– Intraprendere azioni finalizzate a una progressiva applicazione del GPP (Green Public Procurement) come previsto ai sensi del D.lgs50/2016;

– Predisporre una circolare interna che inviti i dipendenti comunali a favorire soprattutto le stampe solo in modalità fronte/retro e privilegiare le comunicazioni in modalità on line;

– Ridurre il consumo di carta anche implementando negli uffici comunali, compatibilmente con il sistema organizzativo ed operativo degli uffici stessi, tutte le soluzioni tecnologiche per lavorare mediante sistemi di gestione documentale digitali;

– Massimizzare la raccolta differenziata dei rifiuti all’interno della sede comunale e degli immobili di proprietà comunale, anche con l’utilizzo di nuovi contenitori/cestini idonei per la raccolta differenziata delle diverse frazioni;

– Sostituire l’acqua in bottiglia di plastica con l’acqua in bottiglie di vetro nelle sedute del Consiglio Comunale, valutando anche l’utilizzo delle borracce di alluminio o in tritan per ogni singolo partecipante alla Civica Assise;

– Promuovere, con la collaborazione dei cittadini e delle associazioni, campagne di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti e l’incentivo all’abbandono della plastica usa e getta;

– Istituire il logo “Ceglie Plastic Free” da apporre accanto a quello di Città di Ceglie Messapica su ogni iniziativa dell’Amministrazione Comunale o dei privati, che ne faranno richiesta, che non preveda l’utilizzo di plastica monouso;

– Avviare una iniziativa per la realizzazione partecipata del logo “Ceglie Plastic Free”;

– Valorizzare le fontane di acqua pubblica presenti sul territorio comunale;

– Incentivare l’istallazione in città di distributori automatici di acqua (casette dell’acqua);

– Attribuire il riconoscimento del bollino di qualità con apposizione del logo “Ceglie Plastic Free” in vetrina e promuovere sui canali di comunicazione del Comune di Ceglie Messapica le utenze non domestiche che adotteranno azioni a favore dell’ambiente, quali ad es.: la sostituzione di tazze, piatti, posate, bicchieri in plastica usa e getta con analoghi in materiali lavabili o biodegradabili; la somministrazione di acqua e bevande in brocca o alla spina; la vendita di prodotti sfusi, fornendo contenitori riutilizzabili o rifornendo contenitori portati dai clienti; eliminazione o sostituzione delle cannucce in plastica; utilizzo di dispenser per salse e condimento, al posto delle monoporzioni; vendita di detergenti e prodotti per la cura della persona alla spina o in dispenser riempibili, in alternativa ai flaconi in plastica a perdere; vendita di bevande in contenitori a rendere, anche applicando una cauzione-rimborso; sostituzione delle cassette in plastica a perdere per la frutta e ortaggi con cassette in legno, cartone o con cassette predisposte per la restituzione e riutilizzo; vendita di prodotti riducendo al minimo gli imballaggi; realizzazione di ‘shopper bags’ intessuto personalizzate;

– Prevedere l’acquisto di un numero congruo di borracce di alluminio o in tritan da distribuire gratuitamente nel corso di iniziative di sensibilizzazione promosse dall’Amministrazione.
Rendere la nostra città “Plastic Free” non è una scelta comoda e semplice, ma sicuramente è una scelta doverosa nei confronti delle nuove generazioni.

Vuol dire investire sul futuro, impegnarsi concretamente per garantire una migliore qualità della vita e dell’ambiente. Tutti insieme, come comunità cittadina, possiamo fare la nostra parte per rendere la nostra Ceglie Messapica sempre più vivibile e sostenibile.

L’Assessore alla Qualità dell’Ambiente Antonello Laveneziana
Il Sindaco Angelo Palmisano

TI RACCOMANDIAMO