“Un albero per ogni bambino nato o adottato tra il 2016 e il 2017”

Appuntamento domenica 8 aprile 2018 alle 11.30 nella zona PEEP a Ceglie Messapica

Albero Nascita
Albero Nascita
La Ghironda Zucchero e Cannella Ostuni 2018

L’Amministrazione Comunale, in ottemperanza alla Legge n. 10 del 14 gennaio 2013 riguardante l’obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero in seguito alla registrazione anagrafica di ogni neonato residente e di ciascun minore adottato, ha deciso di piantumare ‘simbolicamente’ un albero per ogni bambino nato o adottato dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017.

In occasione di una apposita manifestazione che si terrà domenica 8 aprile p.v. (in caso di pioggia domenica 15 aprile), alle ore 11.30, presso la rotatoria tra via E. Notte e via S. Pertini (zona Peep), verranno messi a dimora 24 alberi, uno per ogni mese dell’anno 2016 e dell’anno 2017, e per ogni singolo albero verrà collocata una targhetta con il nome di ogni bambino nato o adottato nei singoli mesi.

La posa a dimora degli alberi avverrà durante una apposita festosa manifestazione alla quale parteciperanno le autorità civili e religiose, le scuole ed in particolare i bambini nati o adottati nel 2016 e nel 2017 con i loro genitori, parenti ed amici per far si che l’evento diventi una vera e propria festa di famiglia.

Con la posa a dimora di un buon numero di nuovi alberi il Comune di Ceglie Messapica potrà contribuire all’obiettivo della Repubblica Italiana di “perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto, ratificato ai sensi della legge 1º giugno 2002, n. 120, e le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani” (Art. 1 comma 1 legge n.10 del 14 gennaio 2013). Grazie a questa iniziativa l’Amministrazione Comunale intende creare tra i bambini e gli alberi un senso di custodia e di cura.

Potrebbe interessarti
Guarda Anche