divieto vendita bevande in vetro o lattine
divieto vendita bevande in vetro o lattine

Il sindaco con l’ordinanza n. 50 del 17 Luglio vieta la vendita per asporto, somministrazione e consumo di bevande in bottiglie di vetro e lattine nelle aree pubbliche e aperte al pubblico del centro storico.

La Ghironda Zucchero e Cannella Ostuni 2018

La nuova ordinanza comunale approvata in data 17 Luglio, vieta dal 19 luglio al 31 agosto, in tutta l’area del Centro Storico cittadino, la vendita per asporto, somministrazione e consumo di bevande in bottiglie di vetro e lattine. La somministrazione e la vendita di bevande e alimenti devono essere effettuate solo da personale autorizzato.

La consumazione di bevande o alimenti, può avvenire in bicchieri o contenitori siano di plastica o di vetro, purché l’utilizzo di bicchiere o del contenitore di vetro avvenga esclusivamente all’interno di locali ed aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne di pertinenza dell’attività legittimamente autorizzate con occupazione di suolo pubblico. Per la vendita di bevande in contenitori di plastica è imposto l’obbligo per l’esercente di procedere preventivamente all’apertura dei tappi dei contenitori stessi.

I divieti hanno efficacia dalle ore 20:00 alle 3:00 di ogni giorno nel periodo indicato da ordinanza, nella porzione del territorio definita “Centro storico”, area circoscritta dalle seguenti strade comunali: via Ovidio, via Sant’Anna, via de Nicola, via Muri, via Pendinello, via Porta di Giuso, via Umberto I, via Votano, piazza Umberto I, via Noci, via Pirano, via IV Monte, via Gioberti, via C. Battisti, Largo Sila, via Tasso, via Orto La Marina, via San Rocco, via Martina a ricongiungersi con via Ovidio e proseguendo per piazza e Gasperi.

L’inosservanza delle disposizioni indicate nell’ordinanza saranno punite con sanzioni amministrative che variano da €. 25,00 ad €. 500,00. Qualora l’infrazione sia commessa da titolari di autorizzazioni per l’attività di somministrazione o di vendita si procederà all’adozione del provvedimento di sospensione non inferiore ai giorni 3. L’inottemperanza al provvedimento di sospensione può provocare la revoca dell’autorizzazione o anche la chiusura dell’attività.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO