Educational Tour “Unica Valle d’Itria” – Quando l’unione fa la differenza

Ceglie Messapica dallAlto
Ceglie Messapica dallAlto

Quattro giorni per vivere l’esperienza della Valle d’Itria, a cavallo di sei comuni che hanno preso la direzione virtuosa di un territorio, per conoscere ed apprezzare le ricchezze, il patrimonio culturale “segreto”, le architetture del territorio, oltre ai profumi, ai prodotti della terra e a vivere le storie di chi vi abita queste terre da sempre.

La Ghironda Zucchero e Cannella Ostuni 2018

La Valle d’Itria è già un territorio apprezzato in tutto il mondo, che va ancora rafforzato e valorizzato. È questo l’intento dell’Educational Tour “Unica Valle d’Itria” che, in questi giorni, sta vedendo in valle, la presenza di un gruppo di giornalisti, influencer e blogger (, Vanity Fair, Mio, Eva 3000, Touring Magazine Moto-ontheroad, The Life Style Journal, il quotidiano La Nuova del Sud, RockandFood, giornalesentire.it, Indiansavage). Il presstour rientra nel Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014 – 2020, “Promozione della destinazione Puglia” ed è organizzato dalla giornalista Lucrezia Argentiero.

E saranno quattro giorni intensi e ricchi di esperienze, alla scoperta dei luoghi e di sapori segreti, per gli ospiti che arrivano da Bologna, Milano, Trento e Roma. È questo il primo evento organizzato per il “Brand Valle d’Itria” e che vede coinvolti i sei comuni (Alberobello, Ceglie Messapica, Cisternino, Locorotondo, Martina Franca ed Ostuni) che da pochi mesi hanno firmato un Protocollo d’intesa per un’azione condivisa di promozione di questo territorio. Gli obiettivi del protocollo? Attuare un programma di sviluppo del tessuto produttivo locale, attraverso azioni di promozione turistica e progetti di marketing turistico. Un protocollo di sinergia perché la Puglia dopo anni di supremazia turistica ha finalmente capito che bisogna promuovere i territori e non il singolo paese.

Sei piccole città. Sei centri nella Puglia più autentica, dove il colore dominante è il bianco. Sei realtà immerse in una terra di selvaggia bellezza, dove ulivi secolari, alberi di mandorla e ciliegi, piante di fichi, fichi d’india e trulli ricoprono la gran parte del territorio. Quattro giorni per vivere l’esperienza della Valle d’Itria, a cavallo di sei comuni che hanno preso la direzione virtuosa di un territorio, per conoscere ed apprezzare le ricchezze, il patrimonio culturale “segreto”, le architetture del territorio, oltre ai profumi, ai prodotti della terra e a vivere le storie di chi vi abita queste terre da sempre.
L’educational tour mira alla divulgazione sui media e sui social grazie alle pubblicazioni e condivisioni dei giornalisti e degli influencer coinvolti in questo percorso.

Il programma dei 4 giorni prevede la visita dei 6 borghi della Valle D’Itria. Laboratori come quello del biscotto cegliese. Durante la tappa sono previste numerose golose degustazioni di prodotti tipici della zona per far scoprire ai giornalisti e ai blogger le prelibatezze che contraddistinguono la cucina della regione, come il capocollo di Martina Franca e l’olio EVO.

Potrebbe interessarti
Guarda Anche