Servizio di risanamento affidato a una società di Copertino: nel liceo superamento in nove classi e due laboratori, nell’altro anche in biblioteca.

Incolore, insapore e inodore. Il gas Radon c’è anche in alcuni edifici scolastici e talvolta i valori medi di concentrazione superano i livelli limiti previsti dalla legge: è successo in alcune aule del liceo linguistico Palumbo di Brindisi e dell’istituto Agostinelli di Ceglie Messapica.

Le scuole

Il monitoraggio nei plessi ha portato ad accertare il superamento dei valori in nove classi, due laboratori e un deposito del Palumbo e in sette aule, sei laboratori e una biblioteca dell’Agostinelli, stando a quanto risulta dalle relazioni che i dirigenti scolastici hanno trasmesso all’ufficio Edilizia della Provincia di Brindisi. In tutti questi casi è stato superato il “limite di riferimento per la concentrazione di gas Radon in aria, pari a 300 Bp/m3, misurato come valore medio su periodo annuale, suddiviso in due semestri, primavera-estate e autunno-inverno, mediante strumentazione passiva, in ambienti chiusi”.

Il Radon

Il Radon è un gas che si sprigiona naturalmente dalle rocce, derivato dal decadimento dell’uranio. Quando penetra in un edificio, si concentra e può raggiungere anche valori di centinaia o, più raramente, di migliaia di Bq/m3 (Becquerel al metro cubo, l’unità di misura della radioattività).

Spetta all’Amministrazione provinciale, in qualità di “ente proprietario-competente degli immobili”, attuare tutte le misure per il risanamento dei locali scolastici, allo scopo di salvaguardare la sicurezza e la salute di studenti, prof e personale amministrativo.

Il risanamento

Per questo la Provincia ha affidato la predisposizione di un piano di “bonifica” dal gas Radon, sia per il liceo Palumbo, che per l’istituto Agostinelli di Ceglie, a un operatore economico accreditato come “esperto qualificato in radioprotezione”.

Ad occuparsene sarà la società laboratorio Radogas srl che ha sede a Copertino, in provincia di Lecce, scelta partendo da un elenco, non essendo possibile procedere con l’affidamento alla società in house, Santa Teresa spa, non essendo in possesso delle iscrizioni previste dalle disposizioni di legge in materia.

La spesa

La spesa complessiva è pari a 12.053,60 euro, Iva inclusa. L’incarico comprende lo svolgimento di una “indagine preliminare per confermare i livelli di misurazione del Radon presente negli ambienti oggetto del risanamento con strumentazione attiva, opportunamente calibrato; la “misurazione dell’andamento della concentrazione del gas tra giorno e notte, con finestre socchiuse e aperte, al fine di individuare l’intervento più economico da realizzare”; l’individuazione di possibili vie preferenziali di ingesso del randon; la “misura della radioattività presente nei materiali di costruzione e quella di Radon nell’acqua usata nei bagni”, quindi la redazione del piano di risanamento e la verifica post opera per verificare la bontà dell’intervento effettuato.

Come si ricorderà, il 17 settembre scorso, il sindaco di Torre Santa Susanna, Michele Saccomanno, chiuse alcune aule della scuola Falcone, sulla base dei risultati dei rilievi comunicati dal dirigente scolastico.

TI RACCOMANDIAMO