Il dott. Santoro ha dedicato il premio alla sua famiglia che vive a Ceglie Messapica, ma soprattutto a tutti coloro che fanno parte della Safim e che credono nel loro lavoro.

La sera di mercoledì 23 presso la sede dell’Università Bocconi di Milano sono stati consegnati i premi Best Performance Award, il premio annuale dedicato alle imprese italiane, che si distinguono per l’eccellenza nello sviluppo sostenibile inteso in un’accezione ampia, ovvero come la capacità di fare impresa garantendo la continuità aziendale nel rispetto di: dimensione umana e ambientale (Green & Social), innovazione (Innovation & Technology) e gestione economica (Value Added).

La commissione di valutazione composta da SDA Bocconi School of Management, J.P. Morgan Private Bank, Refinitiv, la società di consulenza PwC e dal Sole 24 ore ha scelto di attribuire questo riconoscimento a Piero Santoro, amministratore delegato e direttore generale della Safim spa per la categoria “small company”.

Su un totale di 547.917 imprese italiane candidate, soltanto in 63 sono state le finaliste, divise in cinque categorie sulla base del fatturato. Un premio che riconosce Santoro come un’eccellenza nazionale, per le doti di grande capacità manageriale, l’impegno nel lavoro, la capacità di ascoltare e rispettare, ma soprattutto valorizzare le persone. Il dott. Santoro ha dedicato il premio alla sua famiglia che vive a Ceglie Messapica, ma soprattutto a tutti coloro che fanno parte della Safim e che credono nel loro lavoro.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...