Il Secondo Istituto Comprensivo da diversi anni è stata riconosciuta dall’Unicef come “Scuola Amica” proprio per le numerose iniziative volte al sostegno dei bambini in difficoltà di tutto il mondo e per la sensibilità verso alcuni progetti promossi dall’Unicef.

Nella splendida cornice dell’atrio della scuola elementare “Giovanni Bosco” il Secondo istituto Comprensivo  di Ceglie, diretto dal preside Pietro Federico , ha voluto celebrare il trentennale della Convenzione dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Il Secondo Istituto Comprensivo da diversi anni è stata riconosciuta dall’Unicef come “Scuola Amica” proprio per le numerose iniziative volte al sostegno dei bambini in difficoltà di tutto il mondo e per la sensibilità verso alcuni progetti promossi dall’Unicef.

Quest’anno, in occasione di questo importante anniversario, tutta la scuola, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, è stata impegnata a formare gli alunni verso questi temi, sottolineando il tutto con una grande festa. La manifestazione organizzata dalle referenti Unicef, l’ins. Francesca Chiarelli e prof.ssa Marica Maggiore, ha visto la partecipazione della presidente regionale Unicef prof.ssa Giovanna Perrella, del presidente provinciale prof. Ernesto Marinò e del referente comunale dott. Donato Carlucci.

Significativo è stato anche l’intervento dell’Istituto Superiore “Agostinelli” con una rappresentanza di alunni dell’Istituto Alberghiero coordinati dalla prof.ssa Florido, referente Unicef della scuola. I bambini hanno partecipato con grande entusiasmo riportando le considerazioni del lavoro svolto durante la settimana, agitando girandole azzurre, cantando e suonando con la street band.

Il momento conclusivo si è avuto con lo srotolamento simbolico dei diritti dalle finestre della scuola e il lancio dei palloncini a ribadire l’impegno a promuovere e a sostenere i diritti dei bambini. Un ringraziamento speciale va ai genitori che hanno collaborato alla riuscita dell’iniziativa.

Il Secondo Istituto Comprensivo ha anche aderito al progetto Go Blue dell’Unicef illuminando di blu la facciata storica della scuola primaria “Giovanni Bosco”, grazie al sostegno del Comune e rientrando così tra i duecento comuni italiani che hanno aderito a questa iniziativa mondiale.

POTRESTI ESSERTI PERSO...