Lega Salvini Premier
Lega - Salvini Premier Ceglie Messapica

Gli esponenti di Lega Salvini hanno scritto una Pec alla Commissaria Cicoria dopo la non risposta della precedente mail inviata all’ente.

Gli esponenti di Lega Salvini, Santoro, Convertino e Locorotondo, hanno scritto una Pec alla Commissaria Cicoria dopo la non risposta della precedente mail  ( Leggi qui: https://www.ceglienotizie.net/news/2020/04/14/lega-salvini-premier-ceglie-messapica-chiede-che-siano-risolte-le-pratiche-edilizie-ferme/  ) inviata.

Nella richiesta i tre chiedevano che fossero riprese in considerazione le pratiche edilizie ferme ai primi giorni di gennaio. Di seguito il testo della mail inviata quest’oggi :

Nel corso della conferenza stampa del 26 aprile u.s., il Premier Conte ha confermato che, con l’avvio della cosiddetta “Fase 2”, tra le varie riaperture attraverso vari step ben cadenzati nel tempo potranno riprendere i lavori in tutti cantieri edili e, come attività economica “a supporto”, anche il commercio all’ingrosso di materiale edile.In tutta Italia, ma a Ceglie Messapica pare di no.
A distanza di ben oltre due settimane dalla nostra precedente richiesta del 14 aprile u.s., nessun esito abbiamo ricevuto dall’Ente, in particolar modo dall’Ufficio di che trattasi. Nulla pare essere cambiato se non la sopraggiunta promessa a tecnici ed operatori del settore che a breve sarà avviato lo sportello SUET (Sportello Unicoper l’edilizia telematico): il Sistema (vantaggioso si da atto!) consente a cittadini,tecnici professionisti ed imprese del settore edile di semplificare il loro rapportocon la Pubblica Amministrazione, creando e gestendo le pratiche edilizie (24 oresu 24, 7 giorni su 7) da ogni luogo on line grazie ad una applicazione web,fornendo al richiedente la possibilità di conoscere lo stato di avanzamento delle proprie pratiche senza recarsi presso gli uffici del Comune.Questo per il domani: ma per il pregresso?
Il tessuto socio economico del nostro paese, più di altri, ne uscirà da questo triste periodo fortemente provato, perchè a differenza di altre realtà non vi è un settore economico “forte” trainante o predominante, eccezion fatta per la gastronomia: i cantieri edili, a Ceglie come in tutte le parti d’Italia,devono ripartire immediatamente, lunedì 4 maggio, senza se e senza ma, così come prescritto dal decreto ministeriale in uscita e con le dovute cautele igienico sanitarie.A Ceglie potranno ripartire come nel resto d’Italia?
Le pratiche giacenti da diversi mesi sulle scrivanie dell’Ufficio Urbanistica in attesa di istruttoria sono state rilasciate o, almeno,processate?A gran voce rinnoviamo la nostra richiesta alle Vs spett li competenza di avvio immediato all’interno degli Uffici della VI Area Urbanistica e Pianificazione del Territorio di una verifica amministrativa volta ad individuare le criticità che ad oggi ne compromettono finanche lo svolgimento dell’attività ordinaria, nonchè l’immediata attivazione Vostra per l’eliminazione delle stesse.C’è un intera cittadina in attesa di risposte e assieme a loro ci sono decine e decine di tecnici, investitori ed operatori forestieri: i tecnici, gli operatori economici, le imprese artigiane, i fornitori nonchè i cittadini che avendo avanzato una richiesta di permesso o un’autorizzazione all’Ente meritano, almeno, una risposta. Questo silenzio si conferma danno per la nostra cittadina: danno d’immagine, danno economico a decine di famiglie e, con il protrarsi, diventerà anche danno erariale per l’Ente stesso.
In attesa di un immediato riscontro, Vi auguriamo buon lavoro”.

POTRESTI ESSERTI PERSO...