mercato settimanale

Il Commissario con una nuova ordinanza regola il Mercato Settimanale che, dopo la prova della scorsa settimana, tornerà a svolgersi ogni sabato mattina

Con l’ordinanza n°24 del 3 Giugno, la Commissaria Prefettizia ha disposto la continuazione del Mercato Settimanale ogni sabato mattina, per la vendita di generi alimentari e non alimentari.

Il mercato sara attuato con l’osservanza delle seguenti disposizioni:

1)Un turno unico nella fascia oraria compresa tra le ore 7,00 e le ore 13,00;
2) N° 4 punti principali di ingresso e di uscita, precisamente: ViaMatteotti (incrocio via San
Lorenzo), Via San Lorenzo (incrocio Piazza Campanella), Via Maresciallo Maggiore (incrocio
via Catullo), Via Matteotti (incrocio via Catullo) che verranno presidiati dalle Associazioni facenti parte del C.O.C. e/o dalla Polizia Locale;
3)Tutti gli accessi laterali da via San Lorenzo a Piazza Campanella nonché quelli da via
Vespucci all’incrocio di via Matteotti, saranno utilizzati quali vie ordinarie di deflusso;
4)La Polizia Locale, in relazione alle situazioni che di volta in volta si potranno verificare a
seguito delle presenze effettive, potrà disporre in ordine all’utilizzo ovvero allo  spostamento dei posteggi di seguito indicati, al fine di assicurare una collocazione compatibile con le linee guida regionali:
-Via Matteotti, incrocio via Cervi;
-Via Maresciallo Maggiore (tratto da Pasticceria Alter Gusto fino al rondò);
-Via Daunia, da via Japigia a via Vespucci (dal civico 2 al civico 22).
5)Al fine di evitare il sovraffollamento dell’area mercatale e di assicurare il distanziamento
sociale, gli operatori dell’Associazione di Protezione Civile e Croce Rossa Italiana saranno
presenti nell’area mercatale e, in caso di necessità, potranno richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine per l’adozione delle iniziative0 di competenza, anche di carattere sanzionatorio;
6)Posizionamento di segnaletica, da parte degli operatori economici presenti, nelle zone
prossimali ai singoli banchi e strutture di vendita per favorire il distanziamento;
7)La distanza da banco a banco non deve essere inferiore a 1,00 mt; potrà essere inferiore a condizione che l’operatore economico, in corrispondenza del limite del banco, adotti una
parete divisoria di altezza non inferiore a mt. 1,50, ovvero un prolungamento della tenda
laterale, di copertura in entrambi i lati, in materiale plastico fino al piano stradale;
8)Gli operatori economici devono provvedere a chiudere (ad es. con nastri, manufatti in
compensato o altro mezzo) gli interstizi da banco a banco in modo da impedire l’accesso
esterno e delimitare il perimetro dell’area mercatale;
9)Delimitazione dell’area mercatale a cura del Comando di Polizia Locale, per regolamentare e scaglionare gli accessi al fine di garantire il mantenimento del distanziamento interpersonale in tutte le attività e le loro fasi;
10)L’attività di controllo deve garantire un flusso costante di presenze attraverso la gestione delle entrate e delle uscite dall’area;
11)Le vie di accesso da parte dei mezzi di soccorso (Via Fedele Grande e Via Matteotti) dovranno essere mantenute libere ed opportunamente transennate a cura del Comando di Polizia Locale;
12)Gli operatori mercatali dovranno
-effettuare pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;
-è obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da un’igienizzazione frequente delle mani;
-messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco;
-rispettare i principi generali e speciali in materia di autocontrollo (HACCP) ai fini
della sicurezza degli alimenti;
-rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro;
-rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori
anche nelle operazioni di carico e scarico;
-sottoporre a pulizia e disinfezione ricorrente le superfici in generale delle strutture di
vendita;
-sensibilizzare la propria clientela al rispetto delle distanze sociali di almeno un metro
e dal divieto di assembramento;
-in caso di vendita di abbigliamento dovranno essere messi a disposizione della
clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia,
toccando la merce;
-in caso di vendita di beni usati, igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle
calzature prima che siano poste in vendita, da documentare mediante
autocertificazione o altra documentazione.

Tutti gli operatori commerciali, a conclusione delle attività di vendita, dovranno: conferire i rifiuti negli appositi cassonetti predisposti per l’occasione; conferire mascherine e guanti nel contenitore del rifiuto indifferenziato; lasciare il proprio posteggio in condizioni di decoro e pulizia.

POTRESTI ESSERTI PERSO...