Denunciati per violazione delle norme anti-contagio autista e società di Ceglie Messapica da una pattuglia del commissariato di Grottaglie

Una pattuglia del commissariato di Grottaglie della Polizia di Stato ha fermato stamani per controlli un pullman di una azienda con sede sociale a Ceglie Messapica che trasportava braccianti. Gli operatori hanno subito constatato che il mezzo trasportava un numero di persone superiore a quanto consentito dalle norme anti-contagio. Il conducente del pullman e il legale rappresentante dell’azienda sono stati pertanto sanzionati in via amministrativa.

Le disposizioni di legge a tutela, in questo caso, della salute dei cittadini e dei lavoratori nel contesto della pandemia in corso, prevedono infatti che i mezzi anche privati adibiti a trasporto pubblico osservino l’obbligo di dimezzare la disponibilità di posti rispetto alla capienza ordinaria dei mezzi stessi. Questa prescrizione, stando all’esito del controllo effettuato dalla polizia, non era stato affatto rispettato sul pullman sottoposto a controllo.

Il servizio condotto dal personale del commissariato di Grottaglie si inquadra in una campagna di monitoraggio sul fenomeno del caporalato, che in una situazione di forte carenza di mano d’opera da parte delle aziende agricole – in questo caso – del Tarantino e del vicino Metapontino, potrebbe subire un incremento quando, al contrario, il problema su cui lavora il governo nazionale è la regolarizzazione di mano d’opera extracomunitaria.

TI RACCOMANDIAMO