Stagione concertistica Caelium: al Teatro Comunale arriva “Dente per.. Dente”

Dente per… Dente è un originale teatrale di Angelo Zurlo liberamente ispirato, in chiave brillante, all'opera intitolata "Il Dio del massacro" di Yasmina Reza.

Caelium
Caelium
La Ghironda Zucchero e Cannella Ostuni 2018

“DENTE PER… DENTE” è una Produzione del Centro Artistico Musicale Caelium (Versione in prima rappresentazione) è il 175° Spettacolo dalla Fondazione dell’Associazione Caelium. Lo spettacolo andrà in scena il prossimo 4 marzo 2018 alle ore 19.00 presso il teatro comunale di Ceglie Messapica. Dente per… Dente è un originale teatrale di Angelo Zurlo liberamente ispirato, in chiave brillante, all’opera intitolata “Il Dio del massacro” di Yasmina Reza.

TRAMA
I coniugi Mariotti ricevono nel loro salotto i coniugi Corsari. Le due coppie di coniugi borghesi s’incontrano per discutere pacificamente del banale litigio e della conseguente “grave” aggressione perpetrata da Nando (figlio dei Corsari) ai danni di Bruno (figlio dei Mariotti). La vicenda si sviluppa all’inizio con toni civili e moderati e gradualmente, in un crescendo vorticoso, degenera in una lite furibonda tra le due coppie. Nel corso della commedia vengono fuori i caratteri di ciascun personaggio e, a secondo delle situazioni, si alternano complicità e attriti tra le due coppie e tra i singoli individui, il tutto tra esilaranti e imprevedibili colpi di scena.

CENNI BIOGRAFICI
Angelo Zurlo, autore
Ha costruito il suo percorso formativo incastrando la sua passione per gli studi scientifici con quella per la letteratura ed il teatro. Ha conseguito la laurea in Scienze forestali presso l’Università degli studi di Bari e dopo molteplici esperienze professionali in ambito europeo è approdato all’insegnamento di discipline tecniche e scientifiche in varie Scuole secondarie ed infine presso l’Istituto Tecnico Agrario di Ostuni. L’incontro con Michele Oliveri, avvenuto poco meno di vent’anni fa ha favorito poi una più radicale esplorazione del palcoscenico e dei suoi ritmi dando origine ad una collaborazione feconda anche in ambito drammaturgico. Morosito, Zio Vanja (Checov), Galli & polli, Caffè e babbà sono solo alcuni dei titoli di lavori teatrali scritti o rielaborati e messi in scena dal duo Zurlo-Oliveri.

Michele Oliveri, regista
Nasce a Monaco di Baviera nel 1956 e cresce fra Monaco di Baviera e Bologna. Ha studiato Etnologia e Scienze del Teatro all`Università di Monaco, regia con Karin Pabst a Monaco, Commedia dell’Arte a Venezia da Poli. E’ stato il fondatore del movimento teatrale, del Picture Book Theatre” e della “Buena Suerta Film” insieme con Regina Rocco. E’ docente di Commedia dell`Arte presso la “Maximilian-Università di Monaco”. Nel 1991 TZ-Star, AZ-rosa ha vinto il premio per la migliore regia teatrale, nel 1995 a Bruxelles il primo premio Film Festival “cinema fantastico”.

Vincenzo De Nitto, fisarmonicista
Intraprende lo studio della fisarmonica con il M° A. Baldari. In seguito prosegue lo studio della fisarmonica classica con il M° F. Palazzo, nel 2006 consegue il diploma decennale di fisarmonica con il massimo dei voti presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Il suo percorso accademico continua con il biennio specialistico in fisarmonica, terminato nel 2009, con il massimo dei voti e lode. Ha al suo attivo diverse masterclass, fra cui quello con T. Anzellotti. Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari in occasione di un concerto con la cantante, attrice e ballerina Ute Lemper.

Giuseppe De Nitto, fisarmonicista
Nasce a Brindisi il 18/09/2001. Di fondamentale importanza, per la scelta di fare il fisarmonicista, è stata la figura del padre Vincenzo. All’età di tre anni, gli viene regalata la sua prima fisarmonica. Nel 2014 inizia a frequentare i corsi pre accademici del Conservatorio N. Piccinni di Bari sotto la guida del Maestro Francesco Palazzo. Nonostante la sua giovane età, ha frequentato diverse Master Class con illustri maestri come G. Dellarole, I. Battiston, A. Dei, H. Meyer, E. Cherzàcova, Y. Kobayashi. Numerossisimi i concorsi musicali nazionali e internazionali ai quali ha partecipato, classificandosi sempre tra i premiati.

Gli attori
Hanno preso parte al laboratorio teatrale condotto da Michele Oliveri presso l’ “Accademia dei due mari” di Taranto che, fra le varie espressioni artistiche promosse, da qualche anno ha introdotto anche la prosa. Il percorso seguito con dedizione e flessibilità per adattarsi agli impegni professionali di Oliveri ha condotto in breve tempo tutti verso traguardi sorprendenti per artisti che si dilettano col palcoscenico pur senza essere “professionisti” nel senso più formale del termine. I metodi formativi, calibrati in anni di esperienza, si ispirano ai principi fondanti la scuola teatrale di Stanislavskij, adattati da Lee Strasberg presso l’Actor Studio e ulteriormente perfezionati nel “metodo mimico” dell’italiano Orazio Costa.

Potrebbe interessarti
Guarda Anche