È uscito ieri il secondo singolo del cantautore cegliese impegnato,in questi giorni, ancora una volta nell’apertura del tour di Irama.

Di Mariagrazia Bruno

Il 2018 è stato il suo anno fortunato,  quello che difficilmente Davide Epicoco, in arte Epicoco, dimenticherà per tutta la vita.

Prima la stesura del brano di Irama (Bella e rovinata) poi la partecipazione alla stesura del brano di Benji e Fede (Universale) e infine a novembre l’uscita del primo singolo “Ricordami chi sono” che ha superato i 30000 stream su Spotify e le 20000 visualizzazioni su YouTube; in contemporanea per lui anche l’apertura di alcune date dei concerti di Irama.

Per Epicoco è 2019 che si appresta ad essere un anno ancora più scoppiettante. È uscito ieri il suo secondo singolo “L’unica cosa che odio di te“, pubblicato da Fonjca Label, distribuito da Artist First e diretto e prodotto da Giulio Nenna e Andrea de Bernardi, in cui Epicoco parla di un amore vissuto a pieno con la voglia e la spensieratezza tipica dei giovani.

” ‘L’unica cosa che odio di te’- spiega Davide- è una filastrocca romantica che vuole raccontare la spensieratezza e  l’incoscienza con cui a volte si può inseguire una storia d’amore, anche nelle situazioni più sbagliate.  Un’atmosfera che richiama, per certi versi, gli anni ’60 accompagna questo racconto, che parla di una storia che ho realmente vissuto: una storia d’amore che mi ha fatto impazzire, che mi ha fatto rischiare tutto e perdere molto per cambiare pelle e rinascere in maniera diversa. Forse è questo il vero senso dell’amore?

In concomitanza con l’uscita del nuovo singolo però è arrivata per il giovane cantautore cegliese anche la riconferma dell’apertura del tour di Irama, iniziato domenica 3 marzo a Bologna. Sara affidata al giovane Epicoco anche la data di apertura del concerto di Bari del prossimo 11 marzo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...