Ceglie Messapica, Il sindaco Caroli: “Da Forza Italia richieste legittime”, apertura dopo l’estate

Caroli apre a Forza Italia ma dopo l'estate. Sul consiglio comunale odierno il presidente del consiglio: "Si svolgerà in seconda convocazione dopo il passaggio del regolamento dai revisori dei conti".

Luigi Caroli Ceglie Pug
Luigi Caroli Ceglie Pug

La maggioranza del sindaco Luigi Caroli si è ritrovata a Palazzo di Città per una riunione di maggioranza. Dopo la richiesta del segretario cittadino Luca Dipresa di Forza Italia che chiedeva al sindaco maggiore visibilità nell’amministrazione dopo il risultato elettorale delle politiche 2018, durante l’incontro il primo cittadino ha preso atto delle richieste “legittime” fatte dal partito di Silvio Berlusconi che richiede la Presidenza del Consiglio, un assessorato e la Presidenza dell’ambito territoriale dei servizi sociali affidati oggi il primo a Giovanni Argentiero e l’ultimo al vice sindaco Angelo Palmisano.

Forza Italia ha dimostrato il suo grande senso di responsabilità e si è presa del tempo, perché ci sono un bel po’ di cose da fare. Comunque, si sta discutendo su quello che potrebbe essere, ad esempio, una presenza in giunta. Loro hanno fatto delle richieste legittimamente, poi bisogna capire e valutare costi e benefici – ha dichiarato Luigi Caroli al Nuovo Quotidiano di Puglia – L’estate è alle porte. Lo spirito di tutti è quello di fare il bene della città. Questo ci ha sempre accomunato. E spero che si possa proseguire con tale spirito. Io ora ho solo un pallino, quello di dare continuità a questa Amministrazione, che ha fatto tanto in questi anni, e di lavorare all’individuazione del prossimo candidato sindaco”.

Il sindaco poi ha concluso il suo intervento strizzando l’occhio al prossimo futuro, quello legato alle prossime elezioni amministrative che si dovrebbero svolgere nella primavera 2020 (scadenza naturale del secondo mandato di Luigi Caroli): “Sicuramente le opposizioni, con i loro attacchi, vogliono creare delle falle. Ma se questo gruppo va avanti compatto, non ce n’è per nessuno – prosegue Caroli – Ora, però, l’asse della discussione va spostato sul prossimo candidato sindaco”.

Sulla prima seduta del consiglio comunale odierno il Presidente del Consiglio preso atto del nuovo passaggio del regolamento per l’incentivo sull’apertura di nuove attività nel centro storico dai revisori dei conti, ha avvisato tutti consiglieri facendo sapere agli stessi che la seduta non si sarebbe svolta oggi e che il consiglio si svolgerà regolarmente in seconda convocazione il prossimo 10 aprile 2018.

Guarda Anche