ballottagio- domenica e lunedì

Domenica e lunedì i cegliesi saranno chiamati a scegliere il Primo Cittadino tra Palmisano e Resta. Domani i comizi conclusivi in Piazza Plebiscito

Ceglie Messapica eleggerà il suo Primo Cittadino nel turno di ballottaggio che si terrà domenica e lunedì: Angelo Palmisano e Giuseppina (detta Giusy) Resta saranno i due a contendersi la fascia tricolore.
Palmisano al primo turno aveva ottenuto grazie al sostegno delle sue 5 liste (FDI e 4 civiche) il 44,35% mentre la Resta, con le sue 3 civiche, aveva ottenuto il 16,95 %.

I Comizi

Dalla fine del primo turno delle elezioni Angelo Palmisano è salito sul palco in Piazza angelo palmisanoPlebiscito assieme a Luigi Caroli nel comizio di ringraziamento organizzato dal neo eletto consigliere regionale (opposizione). Sabato scorso Palmisano ha ringraziato i quasi 5mila elettori che gli hanno dato fiducia: “Il mio ringraziamento va- ha detto ai nostri microfoni- agli elettori che ci hanno votato non credendo in quella voglia di cambiamento che in tanti hanno professato. Con il loro sostegno ci hanno dato la forza per continuare a lavorare su questa strada”. Oltre all’uscita con Luigi Caroli, Palmisano ha continuato ad incontrare i cittadini nei comizi rionali che nella prima fase hanno visto partecipe un gran numero di cittadini e al centro del dibattito le innumerevoli esigenze dei quartieri in cui si sono svolti i comizi stessi.

Due invece i comizi in Piazza Plebiscito per Giusy Resta. Il primo domenica sera per ringraziare i cittadini: “Si continua in questa avventura entusiasmante- ha commentato ai giusy restanostri microfoni Giusy Resta. In Piazza c’erano coloro che hanno deciso di voltare pagina. Sento nell’aria una voglia di cambiamento e questo mi entusiasma e sono convinta che si volterà pagina“.
Il secondo comizio, quello di ieri sera, ha visto al fianco della candidata in rosa il Governatore di Puglia Michele Emiliano, che incalzato su un possibile allontanamento di una parte di elettorato del centro sinistra, quello che non ha votato la Resta appunto, ha risposto: “Siamo al ballottaggio e chi non viene a votare vota sicuramente per l’altro“.

I comizi conclusivi domani in Piazza Plebiscito a partire dalle 20. Il primo a salire sul palco sarà Angelo Palmisano e a seguire Giusy Resta.

Apparentamenti
Al turno di ballottaggio Angelo Palmisano e Giusy Resta si presentano senza apparentamenti ufficiali, solo con la forza delle proprie liste. Se da un lato Palmisano ha più volte espresso la sua non voglia di apparentarsi con le altre forze politiche, la Resta si è dimostrata vicina alle idee, non concedendo però poltrone in assise comunale, degli avversari del primo turno che sono usciti sconfitti.

Francesco Locorotondo ha lasciato liberi i propri elettori di scegliere; i suoi candidati si sono riuniti in un’associazione, “La Ceglie Possibile”, confermando la volontà del loro leader: “Ai nostri sostenitori- si legge nel comunicato stampa- non daremo un’indicazione di voto per il ballottaggio ma li lasceremo liberi di scegliere chi possa rappresentarli al meglio in futuro poiché non sussistono accordi ufficiali o ufficiosi con nessuno dei due candidati“.

Isabella Vitale si era dichiarata ben disposta ad un possibile apparentamento con la Resta proprio per dare senso al cambiamento che entrambe si auspicavano per il Paese, ma nulla da fare: “Ho chiesto alla Resta un apparentamento ufficiale, come previsto dalla legge elettorale, che vedesse unite le forze politiche cegliesi che si sono dichiarate di sinistra, senza chiedere poltrone o incarichi. Il rifiuto della Resta a mio avviso è una negazione di quella politica di cambiamento di cui si è parlato nella prima fase elettorale. La convergenza sui programmi e l’apparentamento per stretta di mano sono ben altra cosa“.

Pietro Piccoli ha ribadito ieri in conferenza stampa e ai nostri microfoni di essere molto soddisfatto del programma, apprezzato dagli altri avversari, presentato dalla sua coalizione di centro sinistra. “Faremo un’opposizione costruttiva e siamo ben orgogliosi di mettere a disposizione della nostra Città e di chiunque vinca le parti del nostro programma che possano essere d’aiuto a tutto il Paese“.

TI RACCOMANDIAMO