covid

Il Sindaco comunica il bollettino aggiornato al 19 novembre. 52 i contagiati a Ceglie Messapica

Ecco il comunicato del sindaco:

“Vi aggiorno della situazione contagi riferiti al 19 novembre 2020. Sono 52 i cittadini risultati positivi al Covid-19.Dai dati che ci sono giunti dalla Asl, per il tramite della Prefettura, è possibile evidenziare che i casi positivi sono così suddivisi:

– 1 Residente domiciliato in altra città
– 3 residenti fuori regione domiciliati a Ceglie;
– 3 residenti fuori comune domiciliati a Ceglie;
– 7 nella fascia 0-15 anni;
– 9 nella fascia 20-40 anni;
– 17 nella fascia 40-60 anni;
– 12 nella fascia 60-80 anni.

È doveroso precisare che 7 dei suddetti cittadini mi hanno informato di aver ricevuto la comunicazione dal Dipartimento della loro negatività ai tamponi effettuati nei giorni scorsi. Contattati tutti personalmente, mi hanno riferito di essere per la maggior parte asintomatici o con lievi sintomi mentre due nostri concittadini risultano ricoverati all’ospedale Perrino in condizioni stazionarie.

Questa mattina, dopo la comunicazione da parte del Dirigente Scolastico del 1^ Comprensivo della positività di una docente della scuola dell’infanzia “Fratelli Grimm” di via Genova, ho provveduto, di concerto con la Prefettura, alla chiusura dell’intero plesso in via precauzionale ed in attesa degli esiti degli opportuni accertamenti disposti dalla Asl, giusta Ordinanza del Sindaco n. 68 del 20/11/2020. Dalle informazioni raccolte per le vie brevi dal Dirigente Scolastico circa l’impossibilità di escludere eventuali interazioni tra le diverse classi, al fine di tutelare i bambini e le loro famiglie oltre che per scongiurare un eventuale aumento della diffusione dei contagi in città, abbiamo disposto la sanificazione dell’intero plesso scolastico e la successiva chiusura. Siamo di fronte ad un lento ma costante aumento dei casi positivi e pertanto bisogna continuare a tenere alta l’attenzione rispettando i protocolli di quarantena e isolamento fiduciario affidandosi ai medici di base e al sistema di contact tracing del Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica.

E’ fortemente consigliato l’autoisolamento quando si è in attesa dell’esito dei tamponi antigenici fatti privatamente oltre che nei casi in cui si sospetta di aver avuto contatti indiretti con soggetti positivi. Invito tutti a seguire con scrupolo e rigore le norme e ad indossare sempre la mascherina, mantenere la distanza di sicurezza, igienizzare spesso le mani. Si raccomanda, anche all’interno dei propri nuclei familiari, di evitare comportamenti che possono alimentare i contagi.

Faccio gli auguri di una pronta guarigione ai nostri concittadini che stanno vivendo questa tremenda esperienza, con l’auspicio che possano tornare alla normalità delle proprie vite senza ulteriori complicazioni.”

TI RACCOMANDIAMO