basket
basket

La formazione messapica continua a mietere vittime e a proseguire la sua corsa da capolista indiscussa. Battuto anche il Lecce: 69-77 il risultato.

Di Mariagrazia Bruno.

Altri due punti conquistati per la Nuova Petrolmenga Ceglie che resta capolista indiscussa e continua imperterrita la sua marcia verso la fine della regoular season. Per la compagine di coach Djukic sale sugli scudi Pasquale Greco che completa la sua prestazione personale con a referto 28 punti, 2 assist, 2 palle recuperate e 2 rimbalzi, e chiudono in doppia cifra anche Pacifico e Dusels.

Un avvio in sordina per il Ceglie durante la prima frazione di gioco, con la formazione gialloblù costretta a subire, nei primi minuti di gara, la supremazia dei padroni di casa guidati da Mocavero che firma l’allungo del Lecce (10-3) quando sul tabellone sono trascorsi 4 minuti di gara. Il Ceglie tenta la rimonta con Greco e Bosnjak, ma è Pacifico a siglare il primo pareggio (13-13). Mocavero per il Lecce tenta il tutto per tutto e riporta in vantaggio la formazione di casa, ma ancora una volta il Ceglie si fa trovare pronto e con Martignago e Greco vola sul +12 a fine primo quarto (16-28). La seconda frazione di gioco ha visto partire con uno spirito diverso i messapici che hanno tentato da subito l’allungo grazie anche a Pacifico (20-33), nonostante i mai domi Sirena e Mocavero autori dei vari tentativi di riaggancio ai cegliesi (29-37). Djukic, vero e proprio sergente, ha saputo al meglio muovere i suoi soldatini che chiamati in causa al momento giusto hanno spinto sull’acceleratore senza esitazione: prima Dusels e poi Curri tengono il vantaggio sotto controllo fino al suono della sirena, quando Pacifico manda tutti negli spogliatoi con un distacco di 11 punti (36-47).

Al ritorno sul parquet Pacifico e Bosnjak danno gas al Ceglie che vola a +16, nonostante Caloia e Mocavero abbiano cercato di tamponare la situazione e ridurre il distacco; un po’ di tensione e qualche errore al tiro da entrambe le parti hanno tenuto con il fiato sospeso sia i padroni di casa che gli oltre 50 cegliesi al seguito dei propri beniamini. Greco, man of the match, con le ali sotto ai piedi firma un personalissimo mini parziale di 9-2 che manda in visibilio i supporters messapici; a Martignago, invece, il compito del colpo di grazia sul suono della sirena: 45-63 sul tabellone e ancora dieci minuti da giocare. L’ultimo quarto procede liscio con il Ceglie che tiene sotto controllo il punteggio e che, con Martignago e Dusels, sigla il massimo vantaggio (+20) sui padroni di casa; Mocavero e soci tentano una vana reazione recuperando e portandosi a -8 dalla capolista (63-71), ma l’ormai onnipresente Greco manda tutti negli spogliatoi con due tiri dai 6,75 che sanciscono la vittoria per la banda di Djukic (69-77).

Domani riprenderanno gli allenamenti per il sodalizio del presidente Allegretti in vista dell’importantissimo match di domenica prossima contro il Castellaneta, vittorioso nella giornata di ieri contro la Cestistica Ostuni.

Pall. Lupa Lece: Sirena 22, Caloia 7, Ferilli 2, Malaventura 2, Mocavero 21, Quaranta 2, Paiano,Colella, Zezza 3, Lasore 10, Rizzato n.e. Coach Rizzato.

Nuova Petrolmenga Ceglie: Bosnjak 9, Pacifico 12, MArtignago 8, Pandolfi 3, Argentiero, Dusels 13, Greco 28, Curri 2, Rotundo 2, Verardi e Gentile n.e. Coach Djukic.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...