E’ questa la frase incipit che potrebbe riassumere una domenica da incorniciare per la Nuova PetrolMenga Ceglie 2001.

La Ghironda Zucchero e Cannella Ostuni 2018

Si torna finalmente a sorridere al Palasport 2006, si riprende a respirare ossigeno puro consegnato da una vittoria che ha messo in mostra solo una parte dei muscoli di una formazione sempre in crescita che continua a lavorare alacremente ogni giorno sul parquet e non solo per migliorarsi ed offrire una grande pallacanestro al proprio appassionato pubblico.

I trenta punti di gap (82-52 il finale) inferti al malcapitato Mola New Basket 2012 sono la dimostrazione di una buonissima prova corale che ha premiato tutti, nessuno escluso e testimoniano una partita giocata prettamente a senso unico dalla PetrolMenga ad esclusione del primo quarto, unico frangente di gara dove gli ospiti hanno provato ad impensierire i ragazzi di coach Putignano siglando 5 triple su 6 tentativi dai 6.75.
La chiave di volta della sfida è stato un secondo periodo micidiale giocato dai padroni di casa con un parziale pauroso di 37-9 prima del rientro negli spogliatoi per la pausa lunga.

La seconda metà della contesa è ancora a tinte gialloblu con capitan Lasorte e compagni che hanno seguito la scia dell’entusiasmo continuando a creare occasioni su occasioni e colpire la tenera difesa molese strappando scroscianti applausi dal pubblico assiepato in tribuna.

Grande accoglienza anche per il nuovo arrivato Deividas Sabeckis, il quale non ha esitato nel mettere subito in mostra le sue grandi qualità da playmaker e trascinatore che lo rendono un vero e proprio jolly per una formazione sempre più affamata di vittorie che si appresta ora a preparare con impegno ed umiltà la difficilissima trasferta a Monopoli di domenica prossima.

Vito Giordano – Ufficio Stampa “Nuova PetrolMenga Ceglie 2001”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO