Nuova Petrolmenga Ceglie Basket

Prosegue a gonfie vele la corsa della Nuova PetrolMenga Ceglie 2001 nel campionato di Serie C Gold, giunto allo sprint finale di questa stagione regolare.

La squadra di coach Giovanni Putignano è riuscita a centrare il settimo risultato utile consecutivo espugnando l’ostico parquet del CUS Jonico Basket Taranto (88-94) al termine di una sfida vibrante decisa solo negli ultimi scampoli di gioco.

Una vittoria pesantissima quella dei gialloblu in una sfida che celava alla vigilia molti tranelli in virtù del reale potenziale della squadra di coach Caricasole che meriterebbe una posizione indubbiamente più consona vista la prestazione sfoggiata contro capitan Lasorte e compagni.

Gara dalle mille emozioni quella del PalaFiom dettate da sorpassi e controsorpassi che hanno acceso l’entusiasmo e la passione del numeroso pubblico in tribuna di ambedue le compagini.

Le percentuali monster dei tarantini da 3 punti (75%) a metà gara hanno concesso a Baraschi e compagni di poter ritornare negli spogliatoi con un sorprendente vantaggio (51-42) sugli ospiti, tenuti in carreggiata da super Cvetanovic in versione bombardiere.
Il rientro in campo è un toccasana per la corazzata cegliese: Cvetanovic, Pace e Mirone fanno la voce grossa anche grazie alla compattezza di un gruppo inossidabile in grado di reagire nel momento di difficoltà al meglio.

La difesa del CUS patisce gli arrembaggi messapici e le alte percentuali tarantine calano drasticamente; i gialloblu riescono a ricucire finalmente il gap (70-70) a dieci minuti dalla sirena finale.

Visita obbligata al cardiologo dopo l’ultimo quarto del PalaFiom: dopo una primissima fase di botta e risposta l’ex Pannella indovina la tripla del +3 (81-78) ma Sabeckis decide di salire in cattedra e spegnere la luce dei padroni di casa con ben 13 punti personali a referto siglati negli ultimi 4 minuti della contesa ad impreziosire i “provvidenziali” (concedeteci il gioco di parole) e fondamentali punti di Provvidenza, Faggiano e Pace ad inizio ultimo quarto.

Termina 88-94 nella festa dei circa cento cegliesi in tribuna a salutare la settima meraviglia messapica giunta nella “Città dei due mari”.

Vito Giordano
Ufficio Stampa “Nuova PetrolMenga Ceglie 2001”

TI RACCOMANDIAMO