La squadra del presidente Piero Elia conquista la quinta vittoria in campionato. A Crispiano s’impongono i gialloblù per 5-1.

Torna a sorridere anche mister Salvatore Delvecchio che torna a vincere dopo quattro gare.  Grazie alle marcature di Bruni, Motti, Hakeem e la doppietta di Raffaello il Ceglie conquista altri tre punti e consentono ai Messapici di conquistare il settimo posto in classifica con 24 punti totali.

Per la squadra allenata da Delvecchio sono dieci i punti che li separano dalla zona play off di un campionato che già dall’inizio si è sempre prospettato al di sopra delle aspettative.  Ottime le squadre allestite e altrettanto importanti le squadre iscritte al campionato di Prima Categoria tra le quali spiccano il Locorotondo, Arboris Belli, Talsano, Massafra e Lizzano.

A termine della gara valevole per la ventesima giornata il presidente Piero Elia ha parlato ai nostri microfoni. “Dopo le ultime sconfitte in campionato abbiamo ripreso fiducia vincendo fuori casa contro il Crispiano. Una vittoria che ha avuto un sapore più dolce del solito visto i problemi riscontrati nella vigilia dovuti alle molte assenze tra i nostri titolari. Sulle sconfitte che ci sono state non dobbiamo rammaricarci perché sono state giocate bene dai nostri ragazzi e il nostro tecnico ha preparato bene la squadra. Ci sono stati però sia problemi climatici (vedi il campo alluvionato di Noci) sia errori arbitrali palesi che ci hanno compromesso queste gare.

La sfida poi è diventata psicologica poiché i ragazzi sono usciti sconfitti in tutti i sensi sia perché non meritavano questi risultati dal punto di vista del gioco sia non li meritavano dal punto di vista della direzione delle gare. Questa sfida però è stata vinta grazie alla professionalità dei ragazzi e dello staff tecnico che li segue costantemente nel loro lavoro. Domenica andiamo a Mola di Bari ad affrontare il Polimnia Calcio che è a 10 punti da noi, gli stessi che ci servono per agguantare la zona play-off. Ci crediamo ancora nonostante tutto e sicuramente abbiamo bisogna ora più che mai dell’aiuto emotivo di tutti i cegliesi. Speriamo bene. Forza Ceglie sempre!”

POTRESTI ESSERTI PERSO...