Open day per la diagnosi precoce dell’osteoporosi sabato 17 dicembre presso la Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica (Brindisi): dalle 9 alle 14 sarà possibile sottoporsi gratuitamente all’esame con l’innovativa tecnologia  non ionizzante REMS, acronimo di Radiofrequency Ecographic Multi Spectrometry, totalmente “made in Puglia”, essendo stata ideata e brevettata da Echolight, società salentina spin-off del CNR di Lecce.

La tecnologia innovativa e proprietaria consente di misurare la
densità minerale ossea attraverso una scansione ecografica ed è la
prima al mondo che, sfruttando gli ultrasuoni, permette di indagare i siti anatomici assiali a maggior rischio di frattura (colonna vertebrale e femore).

“REMS, proprio perché non impiega radiazioni, può essere impiegata per esami su una vasta popolazione di pazienti a scopo preventivo: l’esame può essere eseguito sui giovani e anche sui bambini, su pazienti diabetici e oncologici, così come sulle donne in gravidanza che sino ad oggi non potevano essere indagate”, dice il CEO e founder della società Echolight SpA, l’ingegnere Sergio Casciaro.

REMS a ottobre 2021 è stata riconosciuta a inserita come best practice nelle Linee Guida Ministeriali Inter-Societarie sulla Diagnosi, sulla Stratificazione del Rischio e sulla Continuità Assistenziale delle Fratture da Fragilità, dopo la validazione dell’Istituto Superiore di Sanità a conclusione del percorso di elaborazione che ha visto impegnate otto società scientifiche, con la SIOT (Società italiana di Ortopedia e Traumatologia) in veste di capofila e con il contributo di 16 associazioni di pazienti.

La tecnologia, di recente, è stata presentata al Forum mondiale di radiologia organizzato a Chicago dalla Radiological Society of North America (RSNA) e ha ottenuto dall’Associazione Italiana Ingegneri Clinici (AICC), con giuria presieduta da Nino Cartabellotta della Fondazione GIMBE, il primo premio come ‘Miglior lavoro’, nella categoria ‘Applicazioni innovative di bioingegneria’ per la Prevenzione e diagnosi precoce delle fratture da fragilità. Stando allo studio Health Technology Assessment condotto da SDA Bocconi, REMS è efficace, sicura e sostenibile dal punto di vista economico rispetto al tradizionale densitometro MOC/DEXA.

Guarda Apulia WEB TV