Si è svolto, giovedì 24 novembre, presso la sede della Med Cooking School, l’incontro con gli esercenti durante il quale sono stati illustrati gli aspetti della legge regionale che riconosce i negozi, le botteghe artigiane e i locali di somministrazione storici di Puglia.

L’assessore Mariangela Leporale, il presidente provinciale di Confesercenti Brindisi Michele Piccirillo, Cristina Elia, delegata cittadina di Confesercenti hanno spiegato, ad una consistente rappresentanza di esercenti cegliesi,  come è possibile ottenere il riconoscimento di storicità per quegli esercizi caratterizzati dalla continuità nel tempo della gestione, dell’insegna e della merceologia offerta, collocati in strutture di pregio o contesti urbani di particolare interesse, che abbiano mantenuto arredi e attrezzature storiche o che possano vantare un particolare legame tra la tipologia dell’offerta e il contesto territoriale e le modalità di accesso all’Elenco Regionale.

Alle aziende che saranno ammesse nell’albo la Regione conferirà il marchio identificativo di attività storica in base al cluster di appartenenza, determinato dalla tipologia dell’attività insignita e dagli anni di storicità posseduti.  Il requisito di base è aver compiuto almeno trenta anni di attività. La legge prevede inoltre futuri interventi di sostegno per le attività storiche e di tradizione iscritte nell’Elenco.

Per richiedere il riconoscimento è possibile rivolgersi presso il Cat Confesercenti di Brindisi, abilitato dalla Regione Puglia, il quale offre a tutti coloro i quali volessero candidarsi all’ingresso nell’Elenco regionale assistenza gratuita nella compilazione della domanda.

Per informazioni contattare il Centro Assistenza Tecnica – Confesercenti di Brindisi al n. 0831523190 o scrivere a: brindisi.cat@gmail.com

Guarda Apulia WEB TV