Aggravata la misura cautelare per un 35enne di Ceglie Messapica

Carabinieri - Foto di repertorio
Carabinieri - Foto di repertorio

Ordinanza a carico di un uomo originario di Ceglie Messapica, residente in provincia di Rieti

La Ghironda Zucchero e Cannella Ostuni 2018

Aggravata la misura cautelare per un 35enne del luogo, dal divieto di dimora nel Comune di Casperia (RI) nonché di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa, agli arresti domiciliari in Ceglie Messapica.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni su indicazione dei Carabinieri della Stazione di Casperia in provincia di Rieti, hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare con l’applicazione degli arresti domiciliari nei confronti di un 35enne originario di Ceglie Messapica, residente in provincia di Rieti, domiciliato in Ceglie Messapica.

L’uomo era già stato sottoposto al divieto di dimora nonché al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa con l’ulteriore prescrizione di non comunicare con qualsiasi mezzo con la donna.

A seguito dell’adozione delle predette misure l’uomo ha violato in diverse circostanze le prescrizioni così come hanno documentato i Carabinieri nel corso degli accertamenti.

Anche la parte offesa ha continuato a ricevere SMS e messaggi WhatsApp dall’indagato che più volte si è recato presso il suo luogo di lavoro ingenerandole un palpabile stato d’ansia.

Pertanto a seguito delle prescrizioni violate, nella considerazione che le misure sino ad ora applicate sono risultate insufficienti e non hanno sortito l’effetto auspicato, è stata disposta dal Tribunale Ordinario Sezione Penale di Rieti, la sostituzione delle stesse con gli arresti domiciliari.

L’uomo rintracciato in provincia di Brindisi è stato tratto in arresto, espletate le formalità di rito è stato condotto nell’abitazione dei familiari e sottoposto agli arresti domiciliari.

Comunicato Stampa Comando Provinciale dei Carabinieri

Potrebbe interessarti
Guarda Anche